RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
“Nel consiglio comunale del 20 aprile abbiamo assistito all’ennesimo triste spettacolo messo in atto dalla maggioranza.  Non era sufficiente la mancata riduzione della TARI, che è rimasta identica nonostante la cospicua riduzione del costo del servizio (circa 200 mila euro l’anno), NO!
Occorreva un altro duro colpo per i cittadini di Loreto, in un periodo storico come questo: l’aumento delle tariffe cimiteriali fino al 50%.
“La cremazione costa 600 euro”, questa la risposta del Sindaco, secondo il quale la tumulazione sarebbe addirittura una scelta conveniente, che val la pena pagare il 50% in più. Ma come?
Qualche settimana fa volantini ovunque – “È un periodo in cui bisogna dare e non chiedere” – a firma di un consigliere di maggioranza; e poi astensioni, contrasti in giunta ed in consiglio per la TARI, tanto che lo stesso Assessore ai servizi la definisce una “porcheria tecnica”. Diversi membri della maggioranza si dicono scontenti di questa misura eppure, incomprensibilmente, tutti votano a favore dell’approvazione! 
Che ci sia stato un “compromesso” tra i ribelli della maggioranza e il Sindaco? Probabile, ma chi paga è sempre la cittadinanza, che continua a subire le conseguenze di scelte politico-amministrative sbagliate, delle liti e dei dissapori interni alla maggioranza.”
Antonello Delle Monache, Remo Giovanetti, Moreno Sablone e Chiara Rasetta

Pin It on Pinterest

Share This