A SPOLTORE LA MICRO MOBILITA’ ELETTRICA CON FIGORENT

Venerdì 27 maggio Spoltore presenta il suo progetto di micro mobilità elettrica e sostenibile: il servizio di sharing, che da sabato metterà a disposizione i monopattini e a partire dal 15 luglio anche le biciclette, è stato affidato in via sperimentale per un anno a Figorent. L’appuntamento è all’interno della galleria del Centro Commerciale L’Arca, dalle 17.00. La scelta del partner è legata alla gestione dei mezzi il cui utilizzo non è limitato al territorio comunale: “questo renderà possibile” spiega ad esempio il sindaco Luciano Di Lorito “prendere una bicicletta a Spoltore per andare a lavorare a Pescara”.

Molti cittadini invece hanno registrato disagi con la micromobilità del capoluogo, perché i monopattini presi a Pescara o Montesilvano smettono di funzionare una volta arrivati a Villa Raspa, magari per raggiungere la Motorizzazione Civile o andare al cinema.

Altra differenza sostanziale è che non sarà possibile lasciare il mezzo preso in affitto ovunque, per scongiurare la sosta selvaggia: previsti invece degli appositi stalli in tutti i borghi di Spoltore. “La nostra mission” spiega Figorent “è di portare dei vantaggi a tutte quelle attività ricettive come alberghi, ristoranti, camping e stabilimenti balneari che oggi necessitano di offrire servizi sempre più personalizzati per diventare fonte di attrazione e differenziarsi dai competitors”. Da questo “ne traggono vantaggio anche i comuni più piccoli, creando dei collegamenti più agevoli per chi non è automunito o per chi non ha voglia di affrontare il traffico giornaliero”.

PENNE: UNA BARELLA DONATA DALLA CRI AL REPARTO DIALISI PER RICORDARE GABRIELE D’ANGELO

È fissato per il 24 maggio prossimo l’appuntamento conclusivo della prima edizione del Progetto di Raccolta Tappi avviato dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Penne in collaborazione con la società Ecoalba. Una data significativa per il Comitato perché in questo giorno Gabriele D’Angelo, volontario della Croce Rossa scomparso nel crollo dell’Hotel Rigopiano, avrebbe compiuto 36 anni. In questa occasione i volontari doneranno al reparto dialisi dell’ospedale S. Massimo, una barella per il trasferimento dei pazienti.

La lettiga semi rigida è stata acquistata con il ricavato del progetto di raccolta che ha coinvolto le scuole, gli esercizi commerciali, i cittadini e tutti i volontari del territorio di competenza (ben 13 comuni) del comitato di Penne.

“Ringrazio tutti quelli che si sono prodigati nella raccolta – dichiara Stefania Altigondo presidente della Croce Rossa Italiana, comitato di Penne – soprattutto i nostri volontari, le scuole, dove vi è stata una grande sensibilizzazione dei bambini, e gli esercizi commerciali che hanno aderito alla nostra iniziativa. Un ringraziamento va soprattutto alla società ECOALBA che ci ha aiutato nello smaltimento dei tappi. Dopo due anni di emergenza, a causa della pandemia, torneremo sul territorio a praticare la raccolta dei tappi di plastica per scopi benefici, il cui ricavato verrà utilizzato per opere di beneficenza o per sostenere le iniziative benefiche delle associazioni che la gestiscono”.

La consegna del presidio sanitario avverrà, martedì 24 alle ore 16, presso la sala conferenza dell’ospedale S. Massimo di Penne alla presenza del personale medico ed infermieristico del reparto dialisi

A CITTÀ SANT’ANGELO UN INCONTRO PUBBLICO PER DISCUTERE DELL’ECOVALORIZZATORE

Si è tenuta questo pomeriggio, presso la sala conferenze Osvaldo Mazzocchetti del Centro Commerciale Ibisco, l’incontro pubblico con i cittadini indetto dal Sindaco di Città Sant’Angelo Matteo Perazzetti. 

Un tavolo di confronto oltre che un’importante occasione di ascolto alla quale Ambiente S.p.A. ha partecipato insieme ai rappresentanti delle più autorevoli associazioni ambientaliste nazionali e locali, al fine di poter al meglio testimoniare il proprio know-how e la propria esperienza in materia ambientale, ecologia e di economia circolare.

L’incontro ha rappresentato un’occasione fondamentale allo scopo di poter al meglio illustrare il progetto relativo alla realizzazione di un Ecovalorizzatore, impianto ecologico avanzato per la produzione di fonti rinnovabili, quali compost di qualità e biometano attraverso il trattamento ed il recupero del residuo organico di provenienza domestica. Un progetto che si inserisce  a pieno titolo nell’ottica dei principi cardine dell’economia circolare e degli adempimenti europei, raccogliendo il pieno consenso di tutte le principali rappresentanze ambientaliste, tra le quali Legambiente e WWF, che insieme ad Ambiente S.p.A. hanno sostenuto ed accolto con entusiasmo la risposta del territorio ad una tendenza europea, ma anche nazionale, ormai incontrastabile, che impone nei prossimi 15 anni al nostro Paese un adeguamento  agli sfidanti obiettivi europei, prevedendo una riduzione al 10% dello smaltimento in discarica dei rifiuti urbani (ad oggi al 22%) ed il raggiungimento di un target di riciclo pari al 65% (ad oggi al 45%).

“Questa sarebbe, laddove riuscisse ad ottenere l’approvazione ed il consenso dei cittadini e degli abitanti della Provincia di Pescara, la realizzazione di un sogno che sta nella valorizzazione di quello che oggi viene semplicisticamente tralasciato o buttato da qualche parte del nostro Paese.  – dichiara il Presidente di Ambiente S.p.A Massimo Papa, che aggiunge – Valorizzazione significa produrre risultati economici oltre che ambientali per tutti gli abitanti dell’area di Pescara”.

REDDITO DI CITTADINAZA: A COLLECORVINO 13 UNITÀ IMPIEGATE PER LA MANUTENZIONE DEL VERDE PUBBLICO E 2 PER GLI UFFICI COMUNALI

Sono stati attivati a Collecorvino i primi 15 PUC, Progetti Utili alla Collettività, misura inclusiva e sociale tanto importante sia per i cittadini beneficiari del reddito di cittadinanza, quanto per gli enti locali che possono usufruire dell’impiego di tali persone per servizi utili alla collettività.

“Dopo aver superato le farraginose pratiche burocratiche – ha affermato il sindaco Paolo D’Amico (nella foto) – siamo partiti finalmente con l’impiego, sul nostro territorio comunale, di 15 unità, tutte beneficiarie del reddito di cittadinanza. Di queste, 2 persone sono state collocate negli uffici comunali, mentre le restanti 13 sono impegnate sul territorio per la manutenzione di aree pubbliche e spazi comunali. Questo servizio – ha continuato il sindaco D’Amico – è tanto importante per la collettività, poiché i Progetti PUC vengono individuati a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità locale, quanto fondamentale per i beneficiari del reddito, persone che arrivando spesso da periodi lunghi di inattività lavorativa, tornano così a sentirsi utili, contribuendo, ciascuno secondo le proprie risorse e competenze professionali, alle attività da svolgere sul territorio. All’attivazione di questa prima parte di progetti PUC, ne seguiranno altre che permetteranno la collocazione di ulteriori beneficiari del reddito presso strutture e spazi comunali, al fine di rispondere in modo sempre più funzionale alle necessità della cittadinanza corvinese.

Per la nostra Amministrazione – ha concluso il sindaco D’Amico – questo era un doveroso traguardo da raggiungere, poiché attraverso l’attivazione dei PUC si concretizza pienamente l’intento finale per cui la misura di sostegno al reddito è stata ideata, ossia quello di sostenere le persone in difficoltà economica per un tempo determinato, periodo nel quale prestano servizio alla propria collettività attraverso lavori socialmente utili, prima della loro riammissione nel mondo del lavoro”. Il sindaco D’Amico ha infine colto l’occasione “per ringraziare l’Assessore con delega alle politiche sociali Cauti, il Responsabile dell’Ufficio Amministrativo Contabile e l’Ufficio Servizi Sociali, per il lavoro svolto”.

FONDAZIONE PESCARABRUZZO CELEBRA 30 ANNI PROMUOVENDO IL CONFRONTO
Terzo concerto-evento al “Frantoio delle Idee” a Moscufo

Proseguono le celebrazioni per i “30 anni di storia condivisa in divenire” della Fondazione Pescarabruzzo con il terzo evento della rassegna concertistica declinata sul territorio in cui opera dal 1992. Il viaggio itinerante nei luoghi e attraverso i progetti più rappresentativi per i quali l’Istituto ha operato in 30 anni, fa tappa questo mese a Moscufo presso “Il Frantoio delle Idee”, rigenerato grazie all’acquisizione, da parte della Fondazione nel 2014, del vecchio frantoio della cittadina vestina. L’opera di ristrutturazione e valorizzazione è stata realizzata con il sostegno finanziario della Regione Abruzzo e concessa in comodato d’uso gratuito al Comune di Moscufo affinché la comunità potesse fruirne come luogo di aggregazione culturale e sociale. Il progetto è il risultato di una virtuosa partnership istituzionale in uno dei borghi storici più interessanti dell’entroterra pescarese.

Appuntamento domenica 22 maggio alle ore 18:00 al Frantoio delle Idee a Moscufo (PE), con il concerto dei “Theate Clarinet Ensemble” ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il concerto sarà preceduto dai saluti istituzionali del Presidente della Fondazione Pescarabruzzo, Nicola Mattoscio, del Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, del Presidente del Consiglio Regionale, Lorenzo Sospiri, e del Sindaco di Moscufo, Claudio De Collibus. La direzione artistica dell’evento è a cura di Maurizio Di Fulvio.

«È con grande piacere che la Fondazione Pescarabruzzo celebra il suo 30° anniversario tornando in uno dei centri dell’entroterra pescarese da un significativo fermento culturale e con una radicata tradizione comunitaria. Oggi questo fermento è anche il risultato della riconversione del Frantoio, la cui gestione comunale ha permesso, in tre anni dalla sua inaugurazione, di accogliere numerosi eventi di lettura, cultura, musica e aggregazione sociale», dichiara il Presidente dell’Istituto, Nicola Mattoscio.

Nell’arco di 30 anni, la Fondazione ha contribuito a generare nella comunità di riferimento valore e crescita, attraverso progetti che durano nel tempo e che spesso sono entrati nell’immaginario collettivo come luoghi dai forti connotati anche identitari.

Uno di questi è proprio il Frantoio delle Idee, inaugurato nell’aprile 2019, struttura culturale polivalente destinata ad auditorium, museo archeologico e documentale, sala convegni.

Le celebrazioni per i 30 anni proseguiranno nel corso dei prossimi mesi e in occasione del 22 luglio, ricorrenza della nascita della Fondazione Pescarabruzzo.

SPOLTORE: IL SITO ARCHEOLOGICO DI VIA SALINE DIVENTA PROPRIETA’ COMUNALE

Il sito archeologico in via Saline diventa di proprietà comunale: il terreno, nonostante fosse privato, negli ultimi vent’anni è stato al centro di campagne di scavo che hanno svelato importanti reperti e l’esatta perimetrazione di un impianto produttivo di età romana. L’amministrazione comunale ha lavorato anche per vincolare archeologicamente l’area, procedura che si è conclusa il 29 gennaio 2019, con decreto della commissione regionale per il patrimonio culturale dell’Abruzzo del ministero per i beni e le attività culturali. Soddisfazione per il sindaco Luciano Di Lorito: “ringraziamo per questo traguardo la Soprintendenza, tutti i funzionari e in particolare Andrea Staffa per il lavoro svolto. Un plauso va fatto anche alla sezione di Pescara dell’Archeoclub che non ha mai fatto mancare la sua collaborazione, e soprattutto ai proprietari del terreno, Angela Scurti e Camillo Perfetti, per la loro disponibilità: hanno può volte consentito l’accesso all’area per gli scavi, ed oggi accettano di cedere il terreno alla collettività. Il Comune ha svolto solo una fase di intermediazione, consapevole del grande impatto che potrebbe avere la ripresa di questi scavi”.

“Questo luogo, nel quale sono nascoste alcune delle nostre radici, diventa di proprietà dei cittadini di Spoltore e questo vuol dire che sarà il Comune ad autorizzare gli accessi: si potranno così riprendere gli scavi anche in funzione della convenzione firmata con Soprintendenza e università. Il mio augurio è che la prossima amministrazione investa ancora energie su questo luogo”.

 

Le prime campagne di scavo sono state condotte in questa località negli anni 2000 e 2001 dalla Soprintedenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Chieti e Pescara, dirette dal funzionario archeologo Andrea Staffa con il contribuito logistico e finanziario dell’amministrazione comunale, guidata allora dal sindaco Donato Renzetti, e della Fondazione Pescarabruzzo. Secondo la relazione di Enrico Siena del Dipartimento di Storia dell’Univaq, gli scavi hanno permesso l’esatta perimetrazione di un impianto produttivo costituito da diverse fornaci riferibili cronologicamente al II-III secolo d.c. Grazie al lavoro dei volontari della sede di Pescara dell’Archeoclub d’Italia è stato possibile lo scavo integrale di un complesso per la produzione di ceramica, costituito da due fornaci, e la sua sistemazione sotto una bassa tettoia di protezione. Durante la campagna di scavi del 2001 è stata rinvenuta, a un paio di metri dalla fornace più piccola, una tomba dell’eneolitico (databile nella seconda metà del III  a.c.): al suo interno lo scheletro di uomo, morto a circa trent’anni, e una coppia di vasi a corredo. La tomba, complessivamente in ottimo stato di conservazione, è stata integralmente asportata con un’elaborata e costosa “scatola di gesso” e restaurata. Attualmente è esposta nel museo universitario di Chieti.

Nel biennio 2011-2012 l’area delle fornaci è stata oggetto di una concessione di scavo alla cattedra di archeologia classica dell’università D’Annunzio di Chieti e Pescara diretta da Oliva Menozzi. L’importanza dei rinvenimenti fanno dell’area archeologica di Santa Teresa la principale della provincia di Pescara e una delle più importanti della costa abruzzese, anche se dall’interruzione degli scavi è inevitabilmente in stato di abbandono.

 

ATTUALITÀ E POLITICA

CITTÀ SANT’ANGELO: MELCHIORRE (PD) – FABBIANI (SI) PERAZZETTI SUL BIODIGESTORE  COME PONZIO PILATO: SI ASTIENE E LASCIA DECIDERE IL FUTURO DI PIANO DI SACCO AL COMUNE DI PESCARA

CITTÀ SANT’ANGELO: MELCHIORRE (PD) – FABBIANI (SI) PERAZZETTI SUL BIODIGESTORE COME PONZIO PILATO: SI ASTIENE E LASCIA DECIDERE IL FUTURO DI PIANO DI SACCO AL COMUNE DI PESCARA

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - “In Assemblea di Ambiente, tenutasi ieri pomeriggio, dove si decideva il destino di Piano di Sacco, il Sindaco Perazzetti anziché chiedere un rinvio del voto per confrontarsi con la cittadinanza (lo stiamo chiedendo da giorni anche un...

CITTÀ SANT’ANGELO; I SOCI DI AMBIENTE SPA APPROVANO LA REALIZZAZIONE DI UN ECOVALORIZZATORE  Perazzetti: convocherò un tavolo di studio e di concertazione con i cittadini a tutela della nostra comunità

CITTÀ SANT’ANGELO; I SOCI DI AMBIENTE SPA APPROVANO LA REALIZZAZIONE DI UN ECOVALORIZZATORE
Perazzetti: convocherò un tavolo di studio e di concertazione con i cittadini a tutela della nostra comunità

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - L’Assemblea dei Soci di Ambiente S.p.A ha approvato con una maggioranza favorevole pari all’89% del valore delle quote corrispondenti agli aventi diritto le modifiche richieste al Project Financing presentato dalle due Società del gruppo...

CULTURA EVENTI E SPORT

VIDEO

Pin It on Pinterest

Share This