PENNE: SIGNOR FERDINANDO E SIGNOR ERNESTO, AMICI DEL BIANCOROSSO CALCIO E NON SOLO

Penne 1920/Penne2020

SIGNOR FERDINANDO, SIGNOR ERNESTO

In ricordo di Ernesto Sabatini e Ferdinando Bevilacqua, amici del biancorosso calcistico e non solo

Se ne sono andati a distanza di pochi giorni. E di tantissimi giorni biancorossi furono protagonisti Ferdinando Bevilacqua ed Ernesto Sabatini: il fotografo del calcio e non solo, di una intera comunità, e il medico,  sportivo. Avevano in comune la riservatezza, la signorilità, la serietà nei comportamenti anche nei momenti più concitati. Due persone per bene che hanno segnato momenti storici lunghi e significativi. Non erano di Penne, ma qui hanno trasferito i loro tratti distintivi accostandosi ai pennesi ed ai colori biancorossi con la passione e il garbo di sempre. Ferdinando Bevilacqua si è spento a 84 anni, così all’improvviso.

Chi non ricorda lo studio fotografico Bevilacqua fondato da  Renato, suo padre, un uomo elegante e davvero d’altri tempi. Dove c’era un compleanno, un evento, una festa, c’era il buon Ferdinando con la macchina fotografica. E al campo immancabilmente c’era lui: da dietro la porta, in mezzo alle panchine, all’ingresso degli spogliatoi. Bevilacqua ha immortalato il calcio per decenni e per decenni fotografò gli arbitri che da tutta Italia passavano per Penne. I direttori di gara tenevano a ricevere a casa gli scatti in bianco e nero e poi a colori che puntualmente Ferdinando provvedeva a far recapitare.

Una volta un arbitro di Lecce che poi arrivò in A mi telefonò per sollecitare Ferdinando affinché inviasse le foto, ma che aveva già mandato senza giungere a destinazione. E così provvide a spese sue a rispedirle”, lo ricorda Camillo D’Angelo, per anni corrispondente de Il Messaggero.

Personalmente lo ricordo con simpatia in decine di occasioni, specie in una trasferta a Gubbio. Lunghissima, a bored della sua Golf e con le canzoni di Raoul Casadei che a un certo punto fermai con una iniziativa che non apprezzò senza tuttavia rimproverarmi e a fine gara al culmine della tensione provocata dai tifosi umbri ci ritrovammo al centro di un fitto lancio di pietre vicino alla sua auto. Ernesto Sabatini, pescarese, ci ha lasciati a 68 anni. Si avvicinò al Penne calcio perché lui lavorava al pronto soccorso dell’ospedale e Mauro La Torre, pediatra del San Massimo, dirigente e poi presidente lo cooptò. In breve tempo tutti ne apprezzarono le doti: preparato, misurato, sapeva trattare i calciatori. Giovanni Severo gli voleva un gran bene e lo stimava così come Guido Colangelo che gli confidava segreti e strategie tanto sapeva che Ernesto era una tomba. Fu così anche a Pesaro in quella giornata di metà maggio del 1983.

Sabatini e Giuliano Mergiotti, il massaggiatore, furono chiamati a un lavoro speciale per fornire integratori alla truppa pennese impegnata in uno spareggio salvezza al secondo anno di Interregionale. Colangelo aveva un rapporto diretto con Leonardo Vecchiet, medico della nazionale italiana campione del mondo in Spagna e che al San Massimo aveva lavorato prima di trasferirsi a Chieti. “Correvamo come i forsennati”, rivela Vittoriano Di Luzio dagli Stati Uniti. Ernesto Sabatini era a Fermo in quella domenica del 17 ottobre 1982 quando Felice Liberati in uno scontro di gioco si ruppe la clavicola. L’ultima volta che l’ho visto lo portai a ricordare il Penne calcio che fu e subito un sorriso illuminò per un attimo il suo bel volto bruno. Bei tempi, quante ne abbiamo viste…”.

 Berardo Lupacchini

PIANELLA: IL CONSIGLIO APPROVA GLI EQUILIBRI, LA MANOVRA DI ASSESTAMENTO ED INTERVENTI SUL PATRIMONIO

Via libera dal consiglio comunale alla manovra di assestamento che ha certificato la sussistenza degli equilibri finanziari in relazione all’andamento delle varie voci di entrata ed uscita che, in conseguenza dell’emergenza covid, hanno subito numerose variazioni nel corso dell’anno.

“ Siamo particolarmente soddisfatti – spiega il delegato al bilancio Francesco Chiarieri – poiché l’ottimo lavoro svolto da giunta e responsabili di area in un momento di grande difficoltà dovuto alla necessità di dare risposte immediate ed efficaci all’emergenza sanitaria, ci ha consentito di certificare una situazione di notevole miglioramento rispetto al passato, attestando che continua a migliorare la capacità di cassa dell’ente che, come già verificato nel 2019, nel 2020 migliora ulteriormente la propria autonomia, arrivando quest’anno, al momento della verifica degli equilibri, al totale rimborso dell’anticipazione di tesoreria concessa, migliorando altresì i tempi medi di pagamento dei fornitori che passano dagli oltre 100 giorni dei primi tre trimestri del 2019 ai 45 giorni del medesimo periodo del 2020, come sottolineato nel parere anche dal revisore dei conti.”

Nel medesimo consiglio, oltre al riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio, sono stati trattati anche temi relativi ad opere pubbliche e patrimonio, come spiega il sindaco Sandro Marinelli: “Abbiamo approvato un atto di permuta e costituzione di servitù nell’area industriale di Cerratina, in base al quale il comune cede un’area all’impresa per realizzare un parcheggio privato e riceve in cambio la realizzazione, a cura e spese del privato, di una conduttura di acque bianche che consente all’amministrazione di completare la più complessa e articolata attività di captazione e regimentazione delle acque meteoriche dell’intera zona che da anni rappresenta una grave criticità per residenti ed attività artigianali”.

Inoltre– aggiunge il primo cittadino – il consiglio ha deliberato di cedere le reti del gas all’aggiudicatario della gara d’ambito, auspicando che la società Pescara Energia, delegata dai comuni, riesca a concludere il complesso iter amministrativo nel più breve tempo possibile, soprattutto per poter pianificare i necessari interventi di sviluppo delle reti sul territorio, ormai fermi da alcuni anni.”

LORETO APRUTINO: CHIAPPINI ABBANDONA LA SEDUTA CONSILIARE
Mi è stato negato l’accesso agli atti dall’ufficio tributi, principio garantito dalla Costituzione Italiana

Chiappini Lorenzo, consigliere della maggioranza guidata da Starinieri, salito agli onori della cronaca politica per la sua adesione al partito di Salvini, ieri sera non ha partecipato all’assise comunale abbandonando l’aula consiliare, dopo aver letto una lettera che di seguito riproponiamo.

” Gentile Presidente, cari colleghi come voi tutti sapete la normativa disciplinante la materia di accesso agli atti è contenuta nella legge n. 241/1990, così come modificata dalla legge n. 15/2005. Alla base del diritto di accesso c’è il principio di trasparenza dell’attività amministrativa che deve sempre regnare sovrana ogni qual volta la pubblica amministrazione compie azioni o produce atti e provvedimenti per lo svolgimento della sua attività istituzionale. Tale principio trova, a sua volta, fondamento anche nel testo Costituzionale ed in particolare negli artt. 97 e 98 che sanciscono il principio di buon andamento dei pubblici uffici. Orbene, tale cappello introduttivo è stato doveroso per spiegare le motivazioni che portano il sottoscritto a scrivere questa lettera: purtroppo mi viene negato da settimane dall’ufficio tributi il sacrosanto diritto di accedere agli atti di questa amministrazione di cui, lo ricordo al Sindaco, sono parte del gruppo “Progresso e Tradizione. Questo stato di fatto mi mette in condizioni di non voler partecipare alla seduta di questa sera in quanto la mia richiesta, seppur non riguarda direttamente atti all’ordine del giorno di oggi, ha effetti sulle decisioni che il Consiglio è chiamato ad esprimere. Cordiali saluti “.

Lorenzo Chiappini Consigliere Comunale di Maggioranza

RECANATI SI DIMETTE DALLA SIG SPA
Per Loreto auspico un sindaco donna

Serafino Recanati consigliere della Sig S.p.A. (Società Intercomunale Gas), rassegna le proprie dimissioni, dalla società stessa, per motivi personali.  Recanati già presidente, nel triennio 2015/18, dell’ente strumentale, di proprietà dei Comuni di Loreto aprutino, Penne e Collecorvino dal 2018 riveste il ruolo di consigliere di amministrazione della società stessa, Oggi presieduta da Flavio Antonioli di Collecorvino.

Proviamo a tracciare un bilancio, insieme all’ex consigliere Recanati, delle attività svolte in questi anni e quelle programmate per il futuro dalla società intercomunale che gestisce le reti del gas.

“ Uno degli ultimi atti approvati durante la mia consiliatura – dice Recanati – prevede la sistemazione definitiva, entro il corrente anno, del servizio di distribuzione del gas in Contrada Rotacesta di Loreto Aprutino.

Inoltre, sempre sul territorio comunale loretese, vi è un progetto preliminare per l’estensione della rete metaniferi in Contrada Scannella superiore, agganciando la stessa a quella presente in Contrada Poggio Ragone.

In ultimo abbiamo discusso abbondantemente con l’amministrazione comunale di Loreto, la quale ha accolto positivamente, di un project finance del restyling di tutta la pubblica illuminazione per la sostituzione di lampade allo iodio con dispositivi a LED che porterà vantaggi fino al 30% delle spese Sostenuti dal Comune aprutino per l’energia elettrica.”

Recanati, qual è lo stato di salute delle casse della società Sig S.p.A.?

“ Abbiamo chiuso il bilancio 2019 / 2020 con un saldo positivo di circa 150.000 euro ”.

Quali sono i progetti di Recanati per il futuro? Tornerà in politica a Loreto aprutino per le prossime amministrative?

“Guardi, in questa legislatura io e il mio storico gruppo, composto da vecchi ed inossidabile amici di lunga data, abbiamo appoggiato due candidature nella lista civica “Progresso e Tradizione” con sindaco Gabriele Starinieri: una nella figura era l’ing. Antonio Acciavatti, già consigliere e assessore nella passata consiliatura; l’altra Antonella Di Martile, nella sua prima esperienza politica facendola eleggere e oggi riveste il ruolo di assessore al suo primo mandato, mentre per una manciata di voti l’amico Antonio non ce l’ha fatta. Non è detto che non ci si riprovi. Io come al solito mi metto a disposizione del gruppo e vedremo il da farsi per le prossime elezioni amministrative, lavorando per cercare una figura onesta e capace e perché no, una figura femminile che possa rappresentarci e rappresentare al meglio la nostra comunità.”

PROVINCIA: FONDI DAL MINISTERO PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI SCOLASTICI

“Ammonta a oltre 5 milioni 604mila euro il maxi-finanziamento erogato dal Ministero della Pubblica Istruzione per l’edilizia scolastica che permetterà alla Provincia di Pescara di eseguire lavori di manutenzione straordinaria su decine di Istituti scolastici del comprensorio pescarese. Dalle scuole di Penne al Liceo Scientifico ‘Da Vinci’, dal ‘Cuppari’ di Alanno al Mi.Be  e all’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’, effettueremo opere che non sono state coperte dai fondi del Masterplan. La delibera è stata approvata oggi dal Consiglio provinciale e ringrazio tutti i consiglieri per l’espressione di una unanimità di intenti, oltre che l’Ufficio tecnico che ha lavorato in maniera appassionata per la veloce redazione dei progetti”. Lo ha detto il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Zaffiri ufficializzando gli interventi.

“L’attenzione per i nostri Istituti scolastici e per i nostri ragazzi è massima da parte della Provincia – ha sottolineato il Presidente Zaffiri – non solo per ragioni di stretta competenza amministrativa, ma soprattutto per sensibilità. Sappiamo bene come l’emergenza Covid-19 abbia pesantemente influito sulla vita quotidiana dei nostri studenti, catapultati lo scorso marzo nel mondo digitale della didattica a distanza, per poi tornare in presenza a settembre, e poi di nuovo costretti a seguire le lezioni dei propri insegnanti solo attraverso lo schermo di un computer, senza possibilità di interazione con i docenti e i compagni. Compito delle Istituzioni, allora, in questo caso della Provincia, è quello di lavorare, di investire risorse e mezzi per garantire ai nostri ragazzi scuole sempre più funzionali, fruibili, adeguate e all’avanguardia, pensando a quando quelle aule torneranno a popolarsi di studenti, di voci, di passi, di insegnanti impegnati a spiegare, a raccontare. Lo abbiamo fatto, nei mesi scorsi, con i cantieri finanziati con fondi Masterplan della Regione Abruzzo; lo facciamo oggi con il maxi-finanziamento di 5milioni 604mila 884euro, erogati dal Miur”.

Gli interventi che verranno realizzati attraverso il fondo sono la straordinaria manutenzione degli Istituti scolastici del comune di Penne, ossia il ‘Luca da Penne’, ‘Mario dei Fiori’ e ‘Marconi’, per 1milione di euro con la manutenzione straordinaria di edilizia e degli impianti, e interventi su elementi non strutturali dei solai per le criticità segnalate a seguito di indagini diagnostiche; 2 milioni e mezzo di euro sono destinati agli interventi di straordinaria manutenzione del Liceo Scientifico ‘Da Vinci’ di Pescara e dell’Istituto ‘Cuppari’ di Alanno dove è prevista la riqualificazione edilizia straordinaria e il rifacimento degli impianti; 1milione 104mila 884 euro saranno invece spalmati sul Liceo Classico ‘D’Annunzio’, il Liceo Scientifico ‘Galilei’, il Liceo Artistico-Coreutico ‘Misticoni-Bellisario’ – Mi.Be, l’Istituto Tecnico per Ragionieri e Geometri ‘Acerbo’ e l’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, il ‘Cuppari’ di Alanno e lo ‘Spaventa’ di Città Sant’Angelo sempre per la manutenzione straordinaria di edilizia e impianti; infine ancora 1milione di euro andranno agli Istituti ‘Aterno-Manthonè’-sede storica e all’Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara per consentire interventi su elementi non strutturali dei solai per criticità emerse in seguito alle relative indagini.

“Ringrazio ovviamente l’Ufficio tecnico e i consiglieri provinciali per il supporto che hanno garantito – ha aggiunto il Presidente Zaffiri . Intanto ho già firmato il Decreto che rende pienamente operative le procedure per l’apertura dei cantieri”. Sui fondi, un milione di euro, destinati alla manutenzione straordinaria degli immobili che ospitano a Penne le scuole secondarie, ossia i licei “Mario de Fiori-Luca da Penne” e l’Istituto tecnico Commerciale e per Geometri ‘Guglielmo Marconi’, il consigliere provinciale Giuseppina Tulli, delegato alle infrastrutture scolastiche, ha aggiunto che “sono risorse indispensabili per la manutenzione straordinaria degli immobili scolastici, interventi che avranno l’obiettivo di rendere confortevoli le aule anche con nuovi strumenti digitali.

Il nostro impegno a favore dell’edilizia scolastica è forte: ci stiamo occupando anche di portare alla luce il progetto definitivo per la ristrutturazione dell’antico palazzo che ospita l’Istituto Tecnico Marconi. Non passa inosservato invece che consistenti risorse finanziarie vengono purtroppo destinate per coprire i debiti fuori bilancio ereditati dalla precedente amministrazione provinciale di centrosinistra, fondi che potrebbero invece essere riservati alle manutenzioni dei nostri istituti scolastici e delle strade provinciali”.

La FIALS incontra il Prefetto di Pescara

Nel corso dell’incontro è stata illustrata la situazione dei lavoratori della Sanità dopo la proclamazione dello stato di agitazione e l’annuncio di uno sciopero generale proclamato per il 4 dicembre, sciopero “congelato” dalla commissione nazionale di Garanzia. Permane, infatti, lo stato di agitazione di tutto il personale.

“ll governo, con lo stanziamento di risorse, ha inteso riconoscere solo ai medici aumenti economici dal 1° gennaio 2021ha dichiarato Gabriele Pasqualone, segretario regionale FIALS Abruzzo (nella foto) discriminando gli infermieri e tutte le altre 21 professioni sanitarie, gli assistenti sociali ed OSS, come tutti gli altri dipendenti della sanità pubblica. Non possiamo accettare che il Governo premi i medici con oltre 300 euro mensili dal 1° gennaio 2021, messi sul piatto della manovra come rifinanziamento dell’indennità di esclusività e poi “accontentare” gli infermieri con un’indennità che non arriva ai 2 euro giornalieri e da corrispondere successivamente alla stipula del nuovo contratto nazionale di lavoro (tra uno o due anni).

Risorse assolutamente insufficienti – 335 milioni di euro – che non permettono la valorlzzazione professionale ed economica degli infermieri – definiti “eroi” a marzo ed ora dimenticati pur continuando a prestare la loro preziosa ed insostituibile opera nel perdurare della Pandemia Covid-19 con turni pesanti e con il blocco delle ferie – infermieri che attendono da anni con le altre professioni sanitarie il rapporto di esclusività come la dirigenza medica e sanitaria.

Chiediamo che nella legge di bilancio vengano stanziate ulteriori risorse economiche per le indennità specifiche agli infermieri, come a tutte le professioni sanitarle, con un avvicinamento all’indennità specifica riconosciuta ai medici di oltre 600 euro mensili.”

Oltre al problema del trattamento economico sono stati illustrati altri punti – tra i quali – il migliorare la sicurezza del personale (maggiori e adeguati D.P.l.); la necessità di un urgente piano straordinario di assunzioni e modifica in indeterminati dei rapporti di lavoro precari o a tempo; il riconoscimento, nell’ambito del contratto unico di comparto, di sezioni autonome per le professioni sanitarie e sociali; la de-tassazione degli incrementi del rinnovo contrattuale e del premio produttività collettiva (performance); la cancellazione art. 23, c. 2 del D.L.vo 7512017 che blocca i fondi contrattuali integrativi al dicembre 2016; la modifica dell’attuale sistema delle mobilità – art. 30 D.L.vo 165/20A1.

ATTUALITÀ E POLITICA

CULTURA EVENTI E SPORT

PIANELLA: INTERVISTA A FRANCO MANNELLA, REGISTA ATTORE E DOPPIATORE Il progetto “Arotron” nasce con l’intento di dialogare con le persone e le associazioni del luogo

PIANELLA: INTERVISTA A FRANCO MANNELLA, REGISTA ATTORE E DOPPIATORE
Il progetto “Arotron” nasce con l’intento di dialogare con le persone e le associazioni del luogo

di Remo Di Leonardo In questo periodo di lockdown le attività culturali non si sono potute svolgere ma con le graduali riaperture e nuove regole si sta ripartendo e quest’estate anche Pia-nella ha avuto l’occasione di ricominciare. Diverse sono state le Associazioni e...

VIDEO

Pin It on Pinterest

Share This