LA NUOVA CARTA DEI SERVIZI TARI DEL COMUNE DI SPOLTORE

Il Comune di Spoltore ha una nuova Carta di qualità del Servizio di gestione tariffe Tari e rapporti con gli utenti. “Si tratta di uno strumento utile a definire le basi del dialogo tra cittadini e Comune” spiega il vice sindaco Chiara Trulli. La carta dei servizi infatti è uno strumento per avvicinare il cittadino e contribuente alla scoperta di quelle che sono le attività del Comune: il documento consente di orientarsi tra scadenze, uffici e indirizzi, ma rappresenta anche un vademecum per capire come vengono definite e calcolate le tariffe, per ricordare i diritti che spettano ai contribuenti e gli adempimenti a cui bisogna attenersi. E’ possibile consultare la carta accedendo alla sezione Tributi Canoni e Tariffe dal sito istituzionale www.comune.spoltore.pe.it.

“Ringraziamo tutto il settore per l’adozione di questa Carta, ma in modo particolare il redattore Emilio Di Paolo Emilio, che ha seguito con grande passione tutte le fasi di sviluppo della Carta e in generale l’evoluzione normativa legata alla riscossione dei tributi che ha caratterizzato gli ultimi vent’anni di pubblica amministrazione”.

La TARI è la tassa finalizzata a garantire il necessario flusso di entrate per garantire i servizi di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani ed assimilati, lo spazzamento delle strade, il decoro urbano. L’ufficio che la gestisce è pertanto strategico nell’economia del bilancio del Comune.

Lo scopo della Carta è fissare principi per l’erogazione del servizio, stabilire standard generali riferibili alla qualità complessiva delle prestazioni e standard specifici che indicano prestazioni direttamente controllabili dal cittadino. “E’ un elemento integrativo della normativa” prosegue l’assessore Trulli  “e dunque tutte le condizioni più favorevoli per i cittadini contenute nella Carta integrano quelle previste dalla normativa nazionale”.

“La Carta di qualità dei servizi” aggiunge il sindaco Luciano Di Lorito “è un impegno scritto assunto dal Comune nei confronti dei cittadini, orientato a rendere i pubblici servizi meglio rispondenti alle esigenze effettive degli utenti e a migliorarne la qualità complessiva”. Gli standard di livelli minimi di qualità previsti nell’erogazione di servizi, che il Comune s’impegna a garantire ai cittadini, sono derogabili soltanto se più favorevoli. In caso di mancato rispetto degli obiettivi o degli standard prefissati, il cittadino utente può presentare reclamo e il riconoscimento della mancata o difettosa erogazione di una singola prestazione può dare luogo ad azioni correttive

LORETO APRUTINO: REPLICA E PRECISAZIONE DI DELLE MONACHE SUL CENTRO STORICO
“ Troppo pochi 2 anni per recuperare 7 di immobilismo”

Riceviamo e pubblichiamo

Riservandoci di rispondere come coalizione di minoranza agli oggetti del manifesto del gruppo Progresso e Tradizione, come consigliere vorrei far presente al Sindaco Starinieri che, sebbene si siano sbandierati dei futuri miglioramenti alla situazione di degrado del centro storico, ci sono delle urgenze, già presenti ai tempi della sua elezione e prima ancora quando c’era sempre LUI, che stanno pregiudicando la vita quotidiana dei cittadini e che non possono più aspettare: le buche ormai crateri di via Cesare Battisti, le case abbandonate e occupate dai piccionila totale inefficacia delle derattizzazioni visto che continuamente viene segnalata la presenza di topi.Il degrado non riguarda però solo il centro ma anche i Cappuccini, con la zona circostante la torre di Casamarte e gli spogliatoi del campo sportivo G.Mosca  ormai abbandonati e dimenticati. Capiamo l’emergenza da Covid, è per questo, rispondendo anche alle continue allusioni ironiche de Lacerba sul nostro silenzio, che abbiamo cercato di non creare polemiche pubbliche inutili ma non essendo MAI coinvolti in quello che sarebbe un normale confronto democratico interno, siamo costretti ad intervenire perché preoccupati di come ormai la situazione non stia solo peggiorando ma diventando IRRECUPERABILE.

E non solo per chi verrà dopo di te, caro Sindaco, ma per gli abitanti ai quali si chiede, quasi prendendoli in giro,di essere più puliti e più civili quando per primo deve essere l’amministratore ad aver fatto tutte le azioni. 

Oggi due anni sembrano troppo pochi per recuperare l’immobilismo di sette. Trai le dovute conseguenze.

Antonello Delle Monache, consigliere di minoranza 

 

PENNE: L’ASSOCIAZIONE SALVIAMO L’OSPEDALE PRECISA A BLASIOLI
Ben vengano le azioni, ma fino in fondo per il bene di comunità e territorio

Le preoccupazioni del Consigliere regionale PD Blasioli sono anche le nostre. Da sempre! Ci auguriamo che egli vada avanti in questa azione e che oltre ad una interpellanza in Consiglio Regionale, visto il rilievo di situazioni illegali, faccia anche una denuncia agli organi competenti. La nostra Associazione lo ha fatto un paio di anni fa, con il conforto di 3000 cittadini Vestini firmatari, ma, purtroppo, senza alcun risultato. Se lo vuole, il consigliere potrà godere della nostra più ampia collaborazione al fine di risolvere le numerose criticità presenti ne nostro nosocomio.

Su alcuni punti, però, il Sig Blasioli appare leggermente confuso.

Il San Massimo non è “Ospedale sede di Pronto Soccorso” , cioè Ospedale di Base, come noi tutti vorremmo ma semplicemente “ospedale di area disagiata”, poiché un decreto ministeriale, la cosiddetta legge Lorenzin, se la ricorda? e la rapidità e determinazione della precedente governatura regionale, hanno impietosamente e improvvidamente DECLASSATO il San Massimo . Chieda pure lumi all’ex assessore alla sanità PAOLUCCI  che siede al suo fianco o lo chieda alla Sclocco che pur non essendo più in quota PD ha avuto “grossi meriti” nella vicenda… La situazione si è poi aggravata negli ultimi due anni grazie all’ambiguo atteggiamento della nuova amministrazione Abruzzese di centrodestra che, come Giano Bifronte, ha promesso da un lato, e continuato l’opera distruttiva dall’altro!
A seguito del declassamento citato, sopravvive,nella nostra struttura ospedaliera, 1 solo reparto (UOC) , Medicina con 20 posti letto, tutto il resto è affidato a Servizi ( per lo più  unità operative semplici, qualcuna condivisa con altri ospedali…vedi Popoli). Quindi i da lei citati Reparti di Chirurgia  e di Radiologia sono solo Servizi , e quest’ultimo opera quasi esclusivamente in telemedicina con il S.Spirito ( Tac e RX vengono eseguiti a Penne ma letti ed interpretati a Pescara che risponde per via telematica dopo…qualche ora) e se lì non trovi medici di giorno figuriamoci di notte!
La nostra Associazione resta a disposizione per ulteriori chiarimenti ed informazioni ed, ovviamente, per supporto attivo ad eventuali azioni!
Nicola Spoltore,  Presidente “Associazione Salviamo l’Ospedale di PENNE”

CITTÀ SANT’ANGELO: LA LIBERTÀ AI TEMPI DEL COVID 19?
Il racconto di Martina D’Alberto

Racconti dall’Abruzzo e dal Molise”, una raccolta edita da Historica Editore, uno sforzo letterario di autori vari, scelti sul territorio di due regioni che una volta erano una e che, oggi, attraverso le parole immaginate, vissute, raccontate cancellano i confini segnati sulla cartina e ritornano ad ascoltare la terra e le sue voci.

Una nuova vita ai tempi del Covid? è il racconto della Professoressa Martina D’Alberto di Cittá Sant’Angelo, parole che fanno riflettere e che partono dall’idea della libertà come atto d’amore, in principio verso noi stessi. Poi arrivò la pandemia da Coronavirus, racconteremo un giorno ma oggi l’inquietudine e paura ce le racconta l’autrice, con sentimento e l’idea che qualcosa di nuovo dovrà avvenire.

ABRUZZO: ECCELLENZE MUSICALI
Ernest Lo e Giulia DG le novità del 2021 di Music Force

Due sono le novità musicali, tutte abruzzesi, di questo inizio 2021 presentate da Music Force, etichetta abruzzese che si dimostra sempre più attiva e vivace. “Ernest Lo” con il suo secondo singolo “Errore 404” che viene dopo l’exploit a Musicultura 2020, dov’è stato finalista col singolo Ssialaè che gli ha permesso di essere presente nella prestigiosa compilation di Musicultura 2020 e la novità assoluta “Giulia DG”, giovanissima cantante molto attiva sui social che esce col suo primo singolo “Davanti a me”. Due belle scommesse che aprono questo 2021 per Music Force dopo un 2020 ricco di successi e traguardi importanti raggiunti dai suoi artisti. Ernest Lo e Giulia DG sono presenti entrambi su tutti gli store musicali (Spotify, Amazon Music, iTunes, Youtube Music ecc) mentre i rispettivi videoclip sono visibili su Youtube, sul canale ufficiale di Music Force.

PIANELLA: GLI ERRORI DELLA GIUNTA MARINELLI, SECONDO FILIPPONE
“danneggiano il bilancio comunale e si scaricano sempre sulle tasche dei cittadini”

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO 

Ormai è doveroso e necessario che il Sindaco e la Giunta di Pianella prendano atto dei numerosi errori amministrativi di gestione, che hanno determinato negli ultimi anni non solo diversi debiti fuori bilancio,ma anche numerosi contenziosi con i fornitori, ditte appaltatrici e cittadini per tasse e tributi non dovuti, i quali sono stati costretti a fare ricorso citando in giudizio il Comune di Pianella per rivendicare i loro diritti, di conseguenza costringendo il Comune ad affrontare spese legali per stare in giudizio e difendersidavanti alle Commissioni Tributarie, ai Tribunali Civili e Amministrativi e perfino in Cassazione.

A questo punto è opportuno informare tutti i cittadini di Pianella, elencando alcuni dei grossi erroridell’amministrazione gestita dal Sindaco Marinelli:

Il progetto del “GLOBAL SERVICE” un appalto per privatizzare tutti i servizi tecnici comunali, prima aggiudicato e poi disdetto, con ingenti costi legali per difendere il Comune dal ricorso promosso dalla Ditta aggiudicatrice;

1) Le famose cartelle pazze dei tributi inviate alla maggioranza dei Pianellesi con le relative spese postali per l’invio e le spese per avvocati per stare in giudizio di fronte alle commissioni Tributarie Provinciale e Regionale;
2) Debiti fuori bilancio per diversi lavori pubblici definiti impropriamente di “somma urgenza” realizzati a pochi mesi dalle elezioni comunali;
3) Ingenti spese legali per rivendicare i danni procurati dalla ditta appaltatrice e gli errori del Direttore dei lavori relativi alla messa in sicurezza della Scuola Materna del Capoluogo,
4) Il Comune di Pianella ha pagato una multa con sanzioni per la mancata sicurezza e messa a norma di diverse parti del Palazzo Municipale, di cui alcune responsabilità penali erano del dirigente Area gestione Territorio;
5) Spese per la messa in sicurezza del Palazzo ex Sabucchi e della Delegazione Comunale di Cerratina, dopo l’ispezione e la verifica di irregolarità dei Vigili del Fuoco;
6) Spese per la multa e sanzioni della Polizia Provinciale per la discarica illegale di materiale inquinantedepositati nell’area di parcheggio comunale in C.da Conoscopane, con responsabilità del Comune diPianella e di conseguenza anche del Responsabile Area Gestione Territorio;  
7) Spese legali per ricorso al TAR della ditta D.P. Energia, conseguenza del poco chiaro accordo di programmi stipulato tra il Comune di Pianella e la stessa ditta, per la realizzazione della strada Via Pescara, in cambio della installazione dei pannelli fotovoltaici sui terreni in C.da Nora;
8) Multe e sanzioni del Genio Civile per mancata comunicazione, contenziosi e spese giudiziarie sulleprocedure errate di alcuni lavori pubblici;

L’ultimo errore della lunga lista è stato discusso in Consiglio Comunale il 31-12-2020, dopo le verifiche del Piano Economico Finanziario di Pianella da parte dellAutorità Regolazione Energia Reti e Ambientecon delibera n° 443 del 31-10-2019, dove è stato riscontrato che mancavano degli atti per la validazione dei dati, in particolare la dichiarazione di veridicità, considerato il piano tariffario 2020 e i costi risultanti nel PEF 2020, è stato rilevato un costo finale per l’anno 2020 pari a .980.274,00, per cui la differenza in più è risultata di €. 119.267,00, quindi una considerevole somma incassata indebitamente dal Comune di Pianella da restituire ai cittadini, come dispone la Delibera dell’A.R.E.R.A..

Invece il Sindaco Marinelli con la sua maggioranza, (“ridotta” da 9 a 7 consiglieri), nella stessa seduta del suddetto Consiglio Comunale hanno approvato e disposto che il rimborso della suddetta somma, dovrà effettuarsi in tre rate annuali nel 2021, 2022 e 2023, mentre hanno bocciato, con sette voti contro e sei a favore, l’emendamento dei Consiglieri di opposizione Gianni Filippone e Massimo Di Tonto i quali hanno proposto la restituzione con una sola rata entro l’anno 2021.

Non è giusto scaricare il costo degli errori dell’amministrazione comunale sulla collettività e sulle tasche dei contribuenti.

Di fronte a questo lungo elenco di gravi errori di gestione, un’amministrazione seria dovrebbe porsi il problema di ricercare le responsabilità, sia degli amministratori che dei dirigenti all’interno del Comune, adottando i provvedimenti appropriati previsti dalle leggi, a tutela degli interessi delle casse Comunali.   Infine occorre precisare e dare una risposta all’assessore ai Tributi Marco Pozzi, il quale accusa alcuni consiglieri di opposizione di “mistificazione e sabotaggio dell’attività amministrativa”, solo perché esprimono critiche sulle loro decisioni o perché fanno proposte diverse sui diversi problemi.

 Si  ricorda all’assessore che i Consiglieri di opposizione hanno il diritto e il dovere di svolgere il ruolodi controllo, assegnato a loro dagli elettori e dalla Costituzione Repubblicana.

    A questo riguardo bisogna far notare al Sindaco e all’assessore Pozzi che, a tutt’oggi, la loromaggioranza è ridotta da nove a sette consiglieri e che nei banchi dell’opposizione vi sono sei consiglieri,di cui quattro eletti nella lista Pianella Vicina che rappresentano 2.108 voti e due consiglieri eletti nella lista Progetto Futuro sfiduciati dal Sindaco Marinelli i quali in due rappresentano 751 voti, quindi i sei consiglieri di opposizione rappresentano in totale 2.859 voti dei 5.239 votanti nel 2018.

Per concludere, è necessario ricordare ai cittadini, che l’assessore Marco Pozzi, all’epoca delle cosiddette “Cartelle Pazze” inviate ai Pianellesi, era sempre lui delegato e responsabile del settore Tributi, pertanto è giunto il momento che spieghi pubblicamente quanto è costato alle casse comunali tutto il conto delle spese di invio cartelle e tutte le spese del numeroso contenzioso con i contribuenti. 

I cittadini di Pianella sono stanchi di sentire le chiacchiere del Sindaco e dei suoi assessori, il quale, in ogni occasione, si vanta di essere sempre il più bravo, e se qualcuno della sua maggioranza esprime un’opinione diversa viene sfiduciato e cacciato, mentre gli oppositori vengono considerati mistificatori e sabotatori.  

Il consigliere Comunale Gianni Filippone

                                               

Pianella 21 Gennaio 2021                                        

ATTUALITÀ E POLITICA

LORETO APRUTINO: FEDERICA, SIAMO FIERI DI TE  Una pagina del Corriere della sera dedicata a Federica Di Pietro che entra nella squadra di lavoro del commissario del Governo per la ricostruzione post sisma

LORETO APRUTINO: FEDERICA, SIAMO FIERI DI TE
Una pagina del Corriere della sera dedicata a Federica Di Pietro che entra nella squadra di lavoro del commissario del Governo per la ricostruzione post sisma

Un anno fa, in occasione dell’anniversario della tragedia di Rigopiano, Lacerba pubblicò lo stralcio della tesi di laurea di Federica Di Pietro, figlia di Barbara e Piero, deceduti, insieme ai coniugi Di Carlo, sotto le macerie dell’albergo di Rigopiano....

CULTURA EVENTI E SPORT

GRAZIE ALLA FONDAZIONE PESCARA- ABRUZZO TORNEREMO AD ABBRACCIARE L’ARTE ALL’IMAGO MUSEUM  Intanto è stata rinviata, causa Covid, l‘inaugurazione della mostra su Andy Warhol e Mario Schifano

GRAZIE ALLA FONDAZIONE PESCARA- ABRUZZO TORNEREMO AD ABBRACCIARE L’ARTE ALL’IMAGO MUSEUM
Intanto è stata rinviata, causa Covid, l‘inaugurazione della mostra su Andy Warhol e Mario Schifano

Ai tempi del fiorire degli Istituti di credito che si accaparravano i più bei palazzi storici della città, una vecchia professoressa di Storia dell’Arte ci diceva quanto sarebbe stata meno povera la gente se al posto delle banche si fossero allestiti Musei! Il salto...

VIDEO

Pin It on Pinterest

Share This