CITTÀ SANT’ANGELO ATTIVA I PUC
Per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza partono due progetti nel comune angolano

Con la delibera della Giunta comunale n.105, del 04 agosto 2020, sono state approvate: le disposizioni in materia di “Reddito di cittadinanza”; Modalità attuative dei Progetti di Utilità Collettiva (PUC); Modello progetto personalizzato per PUC individuali. Un atto voluto che, oltre ad essere un obbligo per chi percepisce il Reddito di cittadinanza, permette ai beneficiari di rientrare nel mondo del lavoro, attraverso i Progetti di Utilità Collettiva.

I PUC rappresentano un’occasione di inclusione e crescita sia per gli esecutori e sia e per la collettività. I progetti, infatti, saranno strutturati in coerenza con le competenze professionali del beneficiario del reddito di cittadinanza, con quelle acquisite anche in altri contesti ed in base agli interessi e alle propensioni emerse nel corso dei colloqui sostenuti dal Centro per l’impiego o dai Servizi sociali del Comune. I PUC sono approvati ed attuati nei seguenti ambiti di intervento: Ambientale, Artistico, Culturale, Formativo, Sociale e Tutela dei beni comuni.

Anche il Comune di Città Sant’Angelo si attiva per la realizzazione di questi progetti, consentendo ai possessori del R.D.C. di rientrare nel mondo del lavoro e alla comunità di vedere realizzati progetti funzionali e utili alla collettività. Sono già stati predisposti e saranno attivati due progetti. Il primo è di natura turistico-culturale chiamato “Conosci il Borgo”, il secondo riguarda il tema ambientale “Cura il tuo ambiente”. Nei prossimi giorni partiranno i progetti mentre sono già iniziati i colloqui.

SPOLTORE, REDDITO DI CITTADINANZA: VIA ALLE DOMANDE PER GLI ENTI DEL TERZO SETTORE CHE VOGLIONO UTILIZZARLI

Il Comune di Spoltore ha pubblicato un avviso rivolto agli enti del terzo settore e agli enti pubblici interessati ad ospitare beneficiari del Reddito di Cittadinanza per attività lavorative. “Finalmente il reddito di cittadinanza smette di essere un semplice sussidio e diventa lo strumento di base per un vero recupero sociale, economico ed umano di chi è rimasto escluso dal mondo del lavoro – sottolinea il sindaco Luciano Di Lorito. Il percettore del reddito di cittadinanza è tenuto ad offrire, come previsto dal Patto per il lavoro, la partecipazione a progetti utili alla collettività in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, da svolgere nel territorio del comune di residenza, per un numero di ore non inferiore ad otto (8) e non superiore a sedici (16) ore settimanali.

Gli interessati possono presentare la propria manifestazione di interesse per collaborare alla creazione di un sistema “inter istituzionale integrato, pubblico-privato” volto a creare un catalogo dei Progetti Utili alla Collettività (PUC) da offrire ai beneficiari del Reddito di cittadinanza. La prima scadenza mensile per la ricezione delle domande di cui al presente avviso è fissata alle ore 12:00 del 07/09/2020. L’Avviso resterà aperto fino a sua revoca: l’Elenco è pubblico e sarà aggiornato con cadenza mensile. Il catalogo dei progetti attivabili sarà reso disponibile tramite la piattaforma GEPI sia al Comune di Spoltore che al Centro per l’Impiego di Pescara, Penne e Scafa. Tra le iniziative per le quali è possibile coinvolgere percettori del reddito, l’organizzazione e gestione di manifestazioni ed eventi, l’assistenza e il trasporto ad anziani o minori, la gestione di strutture museali, la riqualificazione di percorsi paesaggistici.

“I progetti utili alla collettività – chiarisce l’assessore alle politiche sociali Carlo Cacciatore – potranno riguardare ogni genere di attività di interesse generale: il requisito essenziale è che siano perseguite finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale”. Si tratta anche di attività adatte a tutti i livelli di competenza, anche perché, spiega l’assessore, le attività previste nell’ambito dei progetti non sono in alcun modo assimilabili ad attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo: “le attività previste devono intendersi complementari, a supporto e integrazione rispetto a quelle ordinariamente svolte dal soggetto del privato sociale e dell’ente pubblico”.

Tutti i dettagli e le informazioni sono sul sito istituzionale www.comune.spoltore.pe.it: referente per la procedura è Silvia Di Giosaffatte (tel. 085 4964213; silviadigiosaffatte@comune.spoltore.pe.it)

NEL BILANCIO DI SPOLTORE SPAZIO AGLI INVESTIMENTI

Il consiglio comunale di Spoltore ha approvato il bilancio di previsione: un documento scritto per delineare gli investimenti relativi alle opere da realizzare entro il mandato, con un occhio di riguardo alle difficoltà innescate dall’emergenza Coronavirus. Contestualmente è stato votato anche il DUP del triennio, il Documento Unico di Programmazione che porterà alla fine dell’incarico per il sindaco Luciano Di Lorito.

“E’ stato svolto un lavoro certosino senza tralasciare nessuno degli impegni presi dall’amministrazione, rispettando gli equilibri finanziari” spiega l’assessore al bilancio Chiara Trulli. Le entrate tributarie sono di circa 9 milioni e 400 mila euro, mentre il totale delle entrate supera i 18 milioni. Sul fronte dei lavori pubblici, continua l’impegno per migliorare la viabilità (stanziati 500 mila € per opere di manutenzione). In totale, solo per le opere in corso nel 2020, la spesa è superiore ai 2 milioni di euro. Nel triennio, i fondi per le opere pubbliche sfiorano i 20 milioni. Sugli adattamenti per l’edilizia scolastica, con la nuova organizzazione degli spazi richiesta dal distanziamento sociale, l’amministrazione investirà 90 mila euro: “la situazione attuale delle scuole ci permette fortunatamente di rispettare le norme anti contagio con uno sforzo minimo, che ovviamente faremo da qui alla riapertura di settembre”.

Nel bilancio, anche un milione di euro per la scuola in via Basile, 10 mila euro per il Museo deposito archeologico di Caprara, 20.000 euro per la manutenzione di Fosso Grande e 70.000 per la video sorveglianza. Completano il quadro la ristrutturazione del parco del convento (300 mila euro), il potenziamento della pubblica illuminazione (200 mila euro) e il consolidamento idrogeologico del centro storico e di Villa Santa Maria (200 mila euro), i nuovi parcheggi sia a Caprara sia a Villa Raspa (120 mila euro)

FOCOLAIO AL CAS
Sospiri:”Bomba sanitaria!”

MOSCUFO –  Dei nove casi positivi al Covid-19, ben otto sono  attributi al Pescarese: sette dei quali sono parte dei cinquanta migranti da sabato ospitati a Moscufo, nel centro di accoglienza, lungo la strada che collega a Cappelle sul Tavo. Prima di partire dalla Sicilia erano risultati negativi ai test sierologici per individuare i possibili anticorpi del coronavirus. Ma ora i tamponi eseguiti sabato pomeriggio dicono che c’è un focolaio.

E scoppia puntuale la polemica politica. “Come ho già detto al signor Prefetto è assolutamente incomprensibile sottoporre a questa ulteriore preoccupazione una popolazione di tremila abitanti, soprattutto anziani, che ha vissuto nei mesi della piena emergenza sanitaria ai limiti della zona rossa”, ha commentato Lorenzo Sospiri, presidente del consiglio regionale che chiede a gran voce di trasferire immediatamente i migranti. Sospiri parla di una “bomba sanitaria”. Ieri nel tardo pomeriggio c’è stata una riunione convocata in prefettura per fare il punto della situazione alla luce delle novità sul focolaio. A Moscufo, la Asl ha infatti sottoposto tutti gli ospiti al tampone già sabato pomeriggio, anticipando l’appuntamento previsto per ieri. I cinquanta migranti assegnati dal ministero dell’Interno (dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione) al centro di accoglienza sono arrivati sabato mattina poco prima delle 7, a bordo di due autobus, scortati da polizia, carabinieri e guardia di finanza.

Sono originari del Mali, della Costa d’Avorio, del Senegal, della Liberia e del Ghana. Erano stati coordinati dall’hub di Porto Empedocle, provenienti da Lampedusa. Sono soprattutto famiglie: la metà di loro ha meno di 18 anni e, nel gruppo, c’è anche un neonato. Secondo il programma, resteranno in Abruzzo per due settimane per l’«isolamento fiduciario»: una sorta di quarantena precauzionale che dura due settimane.

La struttura di accoglienza dispone di 900 metri quadri, poco più avanti del bivio Casone. La palazzina è divisa in cinque appartamenti e al piano terra ci sono i locali della mensa, ma in questi giorni gli ospiti non possono mangiare insieme. È una misura che è stata disposta per prevenire il rischio di contagi da ieri dunque emersi. “Il paese non ha preso bene l’arrivo degli immigrati», commentava il primo cittadino Claudio De Collibus, «ma purtroppo il Comune non ha poteri. Sono provvedimenti che ci vengono imposti dall’alto, ma non è facile farlo comprendere ai cittadini che oggi sono preoccupati anche per la ripartenza del Covid. Personalmente, mi sono tranquillizzato quando mi hanno spiegato nei minimi dettagli tutti i controlli che ci sarebbero stati e, soprattutto, che le persone ospitate sono famiglie con bambini piccoli e non uomini adulti, potenzialmente interessati a scappare». La struttura di Moscufo è sorvegliata giorno e notte da dieci uomini delle forze dell’ordine ed è sempre illuminata.

B.Lup.

Pianella, l’edilizia diventa telematica: nasce il SUE digitale

Lo scorso martedì, 14 luglio, si è tenuto in videoconferenza il seminario tecnico che di fatto ha ufficializzato l’avvio del GEOTECSue, lo Sportello Unico dell’Edilizia digitale, al quale hanno preso parte circa 100 tecnici.
L’ufficio tecnico del Comune aveva già aderito in precedenza a questo processo rendendo digitale già lo Sportello Unico per le Attività Produttive attraverso altra e separata piattaforma che continua ad operare secondo le collaudate procedure; in parallelo la digitalizzazione dei processi abilitativi edilizi avviene attraverso lo SPORTELLO UNICO PER L’EDILIZIA che a Pianella oggi si avvale della piattaforma web GEOTECSue della Software House SISCOM SPA, un portale pratico ed intuitivo per i professionisti tecnici esterni e interni all’Amministrazione.

Grazie a questo importante processo, le pratiche edilizie e i relativi procedimenti avranno un loro iter completamente informatizzato, sia per quanto riguarda la trasmissione all’Ente che per l’intero procedimento amministrativo, fino alla loro archiviazione. In particolare il portale GEOTECSue è uno strumento che attua il diritto sancito dal Codice dell’Amministrazione Digitale, per cittadini e professionisti, di richiedere l’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con la pubblica amministrazione: la soluzione adottata dal Comune di Pianella consente al richiedente di inoltrare in modo semplice e veloce, comodamente da casa o dall’ufficio una pratica edilizia al Comune e al Comune di rendere disponibile in tempo reale al richiedente le comunicazione che interessano l’iter istruttorio condotto dallo Sportello Unico per l’Edilizia.

Tramite il GEOTECSue devono essere inoltrate non solo le pratiche edilizie indirizzate al Comune, ma anche tutte le domande, le dichiarazioni, le comunicazioni, le segnalazioni, le denunce, i permessi e i relativi elaborati tecnici o allegati che occorre acquisire da amministrazioni diverse dal Comune e necessari per l’attuazione dell’intervento trasmettendo successivamente tramite mail all’ufficio tecnico il link della condivisione della pratica.

Dal link https://www.servizipubblicaamministrazione.it/servizi/geotecsue/Home.aspx, raggiungibile anche dal portale ufficiale dell’ente, è consentito l’accesso al portale GeoTecSUE, Attraverso il quale è consentita la trasmissione delle pratiche edilizie per l’ottenimento dei relativi titoli abilitativi: C.I.L., C.I.L.A., Permesso di Costruire, S.C.I.A., S.C.I.A. alternativa al Permesso di Costruire e S.C.Agi.
I tecnici professionisti interessati all’inoltro di una pratica al Comune tramite GEOTECSue dovranno iscriversi e seguire le indicazioni riportate nelle faq presenti e nella procedura stessa di trasmissione. Sul portale è disponibile anche una sezione con la modulistica di supporto per le varie tipologie di pratiche: il sistema prevede anche una ricerca mediante filtri per tipo di pratica o categoria per semplificare il reperimento del modello.

La trasmissione di una pratica edilizia deve avere una sua correttezza formale che viene conseguita anche con l’aiuto della piattaforma stessa che indica al professionista i passaggi mancanti da completare. Il professionista potrà consultare tutte le pratiche edilizie trasmesse, verificarne il procedimento e lo stato della pratica stessa, averla archiviata e consultabile. Per ciascuna fase istruttoria oggetto del procedimento amministrativo relativo, al professionista tecnico incaricato dal Committente verrà inviata una mail contenente comunicazione relativa alla fase corrente, il cui processo sarà in ogni caso riscontrabile direttamente sul portale all’interno della relativa pratica edilizia.
Con questo nuovo strumento l’Amministrazione avvia un nuovo percorso di relazione con i cittadini e i tecnici professionisti, comodo e affidabile, recuperando l’auspicata snellezza nei procedimenti amministrativi.

PD, PIANELLA: MARINELLI SI DIMETTA, NON HA PIU’ I NUMERI PER GOVERNARE

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Nell’ultimo Consiglio Comunale del 28 Luglio 2020, il Sindaco si è presentato senza una maggioranza, passando da nove componenti a sei compreso il Sindaco.
I tre sfiduciati, che hanno formato un gruppo autonomo, nell’ultimo Consiglio Comunale, hanno votato insieme alla minoranza, esprimendo voto contrario su alcune Delibere proposte dal Sindaco, bocciando quanto proposto in Consiglio con sette voti contrari e sei favorevoli, ed alcune Delibere è stato costretto a ritirarle per evitare la bocciatura.

L’arroganza politica del Sindaco Marinelli, in pochi anni, l’ha portato a rompere i rapporti di fiducia con i consiglieri eletti nella sua lista civica, dimostrando così di non essere capace di confrontarsi e dialogare con chi l’ha sostenuto in campagna elettorale ed è stato eletto insieme a lui.

Negli ultimi mesi il Sindaco Marinelli, in considerazione dei rapporti deteriorati dopo le varie sfiducie, ha messo in atto ripetuti tentativi di acquisizione di Consiglieri comunali verso alcuni componenti della minoranza, fino ad oggi non riusciti, per allagare la sua maggioranza ormai compromessa.

Il Sindaco Marinelli ha dimenticato che la sua lista civica era composta da soggetti politici di diversa provenienza politica e di partito. Invece, ha assunto il ruolo di Sindaco della Lega di Salvini, prevaricando e ignorando senza rispetto le idee politiche degli altri componenti della sua maggioranza, facendosi guidare dall’arroganza e dalle sue ambizioni politiche personali.

Pertanto, prendendo atto della richiesta di “dimissioni del Sindaco Marinelli”, formulate dai Consiglieri Comunali Gianni Filippone e Annaida Sergiacomo durante la seduta dell’ultimo Consiglio Comunale del 28 Luglio 2020, ci associamo alla suddetta richiesta.

Il Circolo PD di Pianella

ATTUALITÀ E POLITICA

CULTURA EVENTI E SPORT

SETAK   BLUSANZA TOUR | ESTATE 2020

SETAK
BLUSANZA TOUR | ESTATE 2020

Continua a macinare chilometri Blusanza, l’album d’esordio di Setak. Parte infatti il prossimo 26 luglio da Caramanico Terme il tour estivo dedicato a questo disco, entrato nella cinquina delle Targhe Tenco 2019 come miglior album in dialetto e vincitore del Premio...

CARTELLONE ESTIVO 2020 ANGOLANO

CARTELLONE ESTIVO 2020 ANGOLANO

Nonostante le grandi difficoltà dettate dai protocolli di sicurezza, necessari a causa dalla pandemia di covid19, il Comune di Città Sant’Angelo ha predisposto il cartellone estivo degli eventi angolani. Tanti gli appuntamenti che accompagneranno i cittadini e i...

VIDEO

Pin It on Pinterest

Share This