Sono 781 i vaccini somministrati (a cittadini di Spoltore, Moscufo e Cappelle sul Tavo) nei primi tre giorni di attività del Centro Vaccinazioni di Spoltore allestito per l’emergenza Covid nella Palestra Scolastica di Santa Teresa. “Abbiamo già fissato le date per i richiami, cioè la seconda dose” ricorda il sindaco Luciano Di Lorito “che sono previste dal 25 al 27 marzo.

Le persone ultraottantenni non ancora chiamate, invece, saranno contattate per un appuntamento in una data ancora da definire, ma che probabilmente sarà nella stessa settimana”. Il sindaco Di Lorito evidenzia l’efficacia della macchina organizzativa: “le procedure si sono svolte ordinatamente, senza difficoltà, e non si sono mai create code. Segno che siamo in grado di sostenere anche un numero maggiore di vaccinazioni. La nostra Palestra resta a disposizione, secondo le indicazioni che riceveremo dalla Asl, e anche per altre categorie da vaccinare: in questo momento le vaccinazioni per l’amministrazione comunale sono una priorità rispetto a qualsiasi altro impegno. Il nostro personale è e sarà impegnato in prima linea, anche mettendo in secondo piano le funzioni ordinarie: questo perché solo con le vaccinazioni sarà possibile un ritorno alla normalità e fare in modo che le attività ordinarie del Comune possano ripartire senza pause, in sicurezza e con efficacia, e in particolare penso alla progettazione e realizzazione di opere pubbliche.

Gli enti locali in questa fase dovranno impegnarsi a fare questo: anche sostituendosi, quando necessario e in circostanze concertate, alle istituzioni sanitarie. Solo così la nostra palestra potrà tornare a fare sport, le vaccinazioni sono l’unico strumento per sconfiggere il virus e noi dobbiamo fare la nostra parte”.

Il Centro Vaccinazioni di Spoltore, che sta accogliendo anche i cittadini di Cappelle sul Tavo e Moscufo, è stato allestito nella Palestra della scuola “Tiziana Fagnani” suddivisa in tre aree: una di attesa, per chi è in fila per la vaccinazione; una per l’anamnesi e la somministrazione del vaccino; una terza dove i vaccinati attenderanno 15 minuti per verificare eventuali reazioni al vaccino. I cittadini che hanno aderito alla manifestazione di interesse sulla piattaforma regionale vengono contattati dai comuni di residenza in base alle liste fornite dalla Asl di Pescara. In questo momento le vaccinazioni interessano solo gli ultraottantenni mentre per i soggetti fragili, anche se possono già registrare i loro dati sulla piattaforma regionale, non sono state ancora definiti tempi e modalità della somministrazione.

Pin It on Pinterest

Share This