MareMonti: grave atto di arroganza del PD

COMUNICATO STAMPA:

INCHIESTA MARE-MONTI: PDL, GRAVE ATTO DI ARROGANZA DEL PD CONTRO INTERESSI COLLETTIVITA' PENNESE

"La decisione del Partito democratico di votare contro la costituzione di Parte civile del Comune di Penne nel futuro processo penale a carico dei responsabili che hanno bloccato la realizzazione della strada Mare-monti, rappresenta un grave atto di arroganza politica e un danno per il futuro economico e sociale della cittadina vestina".

 

Lo ha affermato il coordinatore cittadino del Pdl di Penne, Antonio Baldacchini, a margine del Consiglio comunale svoltosi lunedì 27 settembre, in occasione del quale, la maggioranza di centrosinistra (voto contrario di Pd e Api, Italia dei Valori si è astenuta) ha respinto la mozione presentata dal gruppo Sel (Sinistra e Libertà) per la costituzione di parte civile del Comune al fine di difendere gli interessi dell'ente lesi dalla mancata costruzione della strada.

"Se a L'Aquila, il Partito democratico solleva la questione morale sulle inchieste che hanno coinvolto due assessori regionali di centrodestra chiedendo le dimissioni del Presidente Chiodi, a Penne, di fronte al disastro economico e ambientale causato per la mancata realizzazione della strada Mare-monti, vota compatto contro la costituzione di parte civile del Comune. È chiaro – prosegue Antonio Baldacchini – che il Pd al suo interno è diviso in mille anime e ciò, di conseguenza, provoca un grave danno alla cittadina vestina. Chiediamo al sindaco Di Marcoberardino e alla sua giunta monocolore – conclude il coordinatore del Pdl di Penne – di dimettersi immediatamente, in quanto i cittadini pennesi sono stanchi per le continue divisioni interne al centrosinistra che hanno paralizzato l'attività amministrativa e bloccato la crescita economica della città vestina".

Nessun risultato trovato.
Nessun risultato trovato.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This