PROPOSTE DELLA FESICACONFSAL PER IL RILANCIO OCCUPAZIONALE DELL’AREA VESTINA

Lavoratori tessile
Lavoratori tessile

La situazione occupazionale nel nostro territorio si è fortemente aggravata, nella nostra provincia molte aziende di grandi marchi hanno chiuso i battenti; il fallimento di queste grandi centri manifatturieri, situati perlopiù nei piccoli centri urbani della nostra provincia, creando dunque occupazione e benessere economico, ha inevitabilmente portato ad un’amara conseguenza, ovvero un incremento non indifferente di cassa integrati e colpendo soprattutto la manodopera femminile del settore tessile industriale.

Ed è qui che nasce l’esigenza di un sindacato responsabile, che deve necessariamente adoperarsi per far sì che le sue azioni e progetti sul territorio siano rivolti esclusivamente alla tutela del lavoratore; questo concetto chiave del nostro lavoro deve esplicarsi senza mezzi termini nella nostra area, ossia l’area vestina. A tal proposito dovremmo accendere i riflettori su di una problematica che ha da sempre minato l’occupazione nel territorio pennese, di fatto privo di un’area artigianale ed industriale, problema cagionato da politiche confusionarie a discapito dell’economia locale.

Per creare occupazione, occorre senza dubbio rivitalizzare il centro storico dando maggior sostegno alle piccole imprese impegnate nel recupero degli edifici da destinare alle nuove famiglie; favorire inoltre, attraverso progetti concreti, un sano turismo commerciale nella nostra area, protagonista principale di questa ripresa dovrà essere senz’altro Penne; per quanto riguarda i giovani, sostenere programmi di formazione attraverso scuole per la creazione di botteghe artigianali permanenti, attingendo ai fondi regionali e provinciali finalizzandoli così in qualcosa di veramente utile per i giovani; per finire occorre agevolare la creazione di un gruppo permanente sull’agricoltura che si occuperà di risollevare le sorti del settore agricolo attualmente in declino per fattori climatici ed economici, e di valorizzarlo nelle sue specificità come olio, coltivazioni e la zootecnica di qualità

Queste sono le proposte del Sindacato Regionale Fesica Confsal affinchè si possano realizzare i presupposti sopraelencati:

  • creare un coordinamento di disoccupati per aver un quadro preciso sul loro numero e sulla loro professionalità
  • fare un censimento di tutte le aziende presenti sul territorio per verificare le professionalità che mancano
  • quindi avviare corsi di formazione mirati per le suddette aziende
  • ci tengo a ricordare che a breve verrà bandito un corso di formazione per colf e badanti
  • inoltre sarà realizzata una associazione di genitori per le seguenti problematiche: alcolismo, tossico dipendenza, tabagismo e gioco d’azzardo. I genitori saranno affiancati da personale specializzato quali, uno psicologo, uno psichiatra, un sociologo ed un avvocato.

Il 15/19 ci sarà l’inaugurazione della sede regionale della Fesica Confsal in Piazza Luca da Penne, n.42 dalle 10.00 in poi. Saranno presenti il Responsabile Nazionale, le autorità locali, tutti gli iscritti e non.

IL SEGRETARIO REGIONALE ALESSANDRO AZZOLA

Nessun risultato trovato.
Nessun risultato trovato.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This