Sindaco farmacista, Monti lo impedisce

Penne
Penne

PENNE – L’idea di mettere in piedi una farmacia comunale è stata a lungo accarezzata dall’amministrazione comunale.

Un mezzo progetto l’aveva anche abbozzato, a quanto si sa. Il problema è che il decreto Monti impedisce ai soggetti pubblici di partecipare ai concorsi che le Regioni dovranno indire sulla base delle norme che ampliano il numero delle farmacie (una ogni 3.300 abitanti), ma ha stoppato il sistema pubblico nonostante l’Anci, l’associazione dei Comuni, ci abbia provato in tutti i modi a far cambiare idea al governo dei tecnici. Il diritto di prelazione per i sindaci sostanzialmente è stato abolito ad eccezione di nuove aperture in stazioni, aeroporti e centri commerciali sopra i 10 mila metri quadrati di superficie. A Penne dunque è in arrivo la quarta farmacia. Sarà localizzata fuori dal centro storico ed è stato deciso in aprile dal Comune che troverà posto in quell’ampia zona compresa fra via Rossa, contrada San Salvatore e contrada Santa Vittoria. Si attende che la Regione faccia partire la procedura. Potrà parteciparvi chi non è titolare di altra farmacia ed ha meno di 42 anni.

Nessun risultato trovato.
Nessun risultato trovato.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This