FARINDOLA – Sconvolti i farindolesi. La tragica morte sul lavoro del 19enne Michael Dell’Orso ha messo in ginocchio una comunità che ieri pomeriggio ha affollato la chiesa di San Nicola per l’ultimo saluto al giovanissimo martire della tragedia sul lavoro verificatasi mercoledì pomeriggio al cimitero di Pescara colli dove Michael, dipendente della ditta Renzetti di Collecorvino, stava lavorando alla potatura di alcuni alberi: è però caduto dal tetto dei loculi e, dopo un volo di tre metri, ha urtato contro il braccio della gru riportando una ferita profondissima ed è morto poco dopo.

 

Almeno 500 persone si sono radunate nella piccola chiesa. Farindola era in lutto, come deciso dal sindaco Antonello De Vico. Toccanti le parole di don Rafael Malecki, il parroco polacco che ha cercato di rincuorare la famiglia di Michael parlando di una sua resurrezione. La sorella del ragazzo morto si è sentita male. Le offerte raccolte durante il rito funebre saranno devolute alla famiglia Dell’Orso che vive a Trosciano Inferiore, una contrada farindolese. Michael si svegliava tutti i giorni alle 5 del mattino, saliva su un autobus per andare a lavorare ed aiutare così la famiglia a tirare avanti.

Pin It on Pinterest

Share This