Al termine dell’anno corrente, l’associazione di Protezione Civile Vestina, presieduta da Antonio Petrucci, redige un bilancio conclusivo per il 2020 e previsionale per l’anno 2021.

L’anno che si è concluso è stato assolutamente sconvolto dal Covid-19 che ne ha condizionato ogni aspetto. Nonostante ciò, l’associazione Protezione Civile Vestina, che sta procedendo con l’adeguamento dello statuto alla nuova normativa riguardante gli enti del terzo settore, ha ricevuto nel corso dell’anno 2020, erogazioni liberali da associazioni e da privati (AOEP Associazione Operatori Economici Pennesi; Torre di Cerrano di Manlio Ruggieri; Inter Club Penne; Nuova Agricoltura di Giuseppe Rosa; sostenitori ed amici di Angela Di Luigi; coniugi Musa e Colasante; coniugi Bartolini e Di Simone;coniugi Di Marcoberardino e Perrotti) che saranno destinate al perseguimento delle finalità e degli scopi associativi: “l’associazione, nel rispetto di libertà ed uguaglianza degli associati e dei valori di partecipazione, democrazia, legalità, solidarietà e pluralismo dei quali è portatrice, persegue senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, mediante svolgimento in via esclusiva o principale di attività di interesse generale di cui all’articolo 5 D. Lgs. 3 luglio 2017 n.117”.

Il Presidente ringrazia, anche a nome del direttivo, le associazioni ed i privati sopra elencati che renderanno possibile la realizzazione delle attività future programmate ricordando che, ad oggi, beneficiario principale dell’associazione è il gruppo comunale di Protezione Civile “Jonny Damiani” di Penne che detiene in comodato d’uso gratuito dall’anno 2011 il pick-up Mitsubishi L200 acquistato dall’Associazione di Protezione Civile Vestina, con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Castiglione Messer Raimondo e Pianella.

 

Pin It on Pinterest

Share This