Era stato fermato, il pomeriggio del 30 dicembre, per un controllo in strada finalizzato alla verifica delle norme entrate in vigore il 24 dicembre per contenere il contagio da Covid-19 durante le festività, ed aveva con della droga nascosta in auto. Per questo un 33enne della provincia di Pescara è stato denunciato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Penne. Il giovane in compagnia di un amico, a bordo della propria autovettura, era in giro nel territorio del comune di Rosciano ma era residente in un comune diverso e non ha saputo fornire un giustificato motivo della sua presenza in quel territorio. I Carabinieri insospettiti dai comportamenti dei ragazzi, visibilmente nervosi ed insofferenti, hanno proceduto ad una perquisizione ed hanno scoperto che nelcruscotto dell’autovettura erano nascosti 3 involucri di cellophane contenenti eroina per un peso complessivo di 5grammi e ulteriori 2 involucri contenenti cocaina per un peso di 1 grammo. Anche il passeggero, un 20enne di origini Rumene, perquisito, è stato trovato in possesso di un involucro di cellophane contente cocaina.

I Militari della Compagnia di Penne hanno esteso la perquisizione anche al domicilio del 33enne, dove sono stati trovati atri 4 grammi circa di eroina ed un bilancino di precisione oltre che una cartuccia cal. 9. Il 33enne è stato pertanto denunciato per detenzione per finalità di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione di munizionamento. Per entrambi, come previsto, è scattata anche la contravvenzione per essersi spostati dal loro comune di residenza in assenza di comprovate esigenze.  

 

Pin It on Pinterest

Share This