“Il Consorzio di tutela del Fagiolo Tondino del Tavo – dice il presidente Fabio Belfiore – presenta la sua candidatura al bando emanato dal GAL Terre Pescaresi per l’identificazione e selezione delle “Comunità di prodotto e territorio” e finalizzato all’approvazione dei progetti integrati, da sostenere sull’area Leader del GAL Terre Pescaresi, nell’ambito dell’attuazione del Piano di Sviluppo Locale.

Ad inizio anno nuovo – prosegue Belfiore – amplieremo la compagine societaria accettando agricoltori nel rispetto dello statuto del consorzio che si adoperino per valorizzare il Tondino proteggendolo da contraffazioni e adottando regole commerciali comuni leali e condivise.

Nel frattempo, Il consorzio al fine di integrare la documentazione richiesta dal Ministero dell’Agricoltura, in accordo con alcuni funzionari dell’agricoltura della regione Abruzzo, ha chiesto di effettuare uno studio scientifico, come previsto dal programma di ricerca presente sul PSR 2014/2020 sotto la voce “Attività di studio tutela e valorizzazione della biodiversità sul territorio regionale”, un contributo importante e fondamentale per il completamento dell’iscrizione IGP (Indicazione geografica protetta) Fagiolo Tondino del Tavo.

E non da ultimo – conclude il presidente – con la richiesta d’iscrizione al registro regionale degli agricoltori custodi della biodiversità vegetale regionale, il consorzio di tutela del Fagiolo Tondino del Tavo salvaguardia la reale genetica del legume proteggendolo da falsificazioni e mistificazioni derivanti dall’uso improprio del nome Fagiolo Tondino del Tavo su legumi simili industriali di proprietà sementiere”.

Pin It on Pinterest

Share This