Novembre 14, 2019

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

Sport

Venti punti alla fine dell’andata. Ha girato così il Penne di mister Giandomenico, quasi esordiente allenatore marchigiano, con un ottimo passato da calciatore, dopo la sconfitta di Città Sant’Angelo ai più apparsa meritata. Un altro ko di una squadra che non sembra ancora aver trovato la propria identità.

Tra un settimana il girone di andata del campionato interregionale di serie D femminile si avvia al suo giro di boa e le ragazze di mister Perilli conquistano la loro 4° vittoria consecutiva contro le padrone di casa a Francavilla, in un match in cui le pennesi non hanno lasciato scampo alle rivali rimontando con grinta anche il 3° set in cui un paio di azioni non hanno centrato l'obiettivo.

Nella giornata di sabato 13 e domenica 14 gennaio si è svolta la 12° giornata di campionato di serie D ed il Penne ha affrontato la trasferta più lunga del calendario: in casa della Nuova Pallavolo Campobasso, per un match non dei più semplici viste le qualità che queste ultime, attualmente al 6° posto in classifica, mostrano nelle partite giocate in casa.

Doppio colpo in entrata del Penne 1920 alla vigilia dell’inedito derby con lo Spoltore, mentre Franco Carpegna torna all’Angolana. Gli arrivi sono due ventiduenni: si tratta di un centrocampista centrale come Marco Donatangelo, teatino, proveniente dai Nerostellati Pratola, ex anche di San Nicolò, Monticelli e Pineto; e del gigantesco Igor Zeetti, romano, cresciuto nel Crotone, ex Termoli, Foligno, Guidonia, l’anno scorso al Chieti prima del fallimento e poi al San Nicolò. Verso il Real Gulianova è destinato il centrocampista Pagliuca. Forse via anche un attaccante fra Orta e Rodia. Grandi manovre, insomma.