“Non date un colore politico alla Mare Monti”, sottolinea Antonio Zaffiri presidente della Provincia di Pescara, durante il suo intervento, all’incontro svoltosi a Loreto Aprutino con i vertici dell’ANAS, organizzato dal senatore Luciano D’Alfonso.

“La Mare Monti – continua Zaffiri –  (che parte da Passo Cordone fino alla località Campetto di Penne ndr) è una strada strategica per l’intera vallata vestina ed invito il vice sindaco di Penne Ferrante ed il sindaco di Loreto Starinieri a mettere da parte le diatribe per far si che questa strada, dopo venti anni, si realizzi ”.

Rivolgendosi ai vertici dell’ANAS, il presidente ha portato loro a conoscenza che: “ Vi è uno studio per quanto riguarda l’uscita dell’autostrada, ma nel 2012 la Provincia di Pescara ha un progetto esecutivo, inserito nel Piano Regolatore Generale dei Comuni di Cappelle, Moscufo e Collecorvino, per la realizzazione di una strada a scorrimento veloce che parte da Cappelle ed arriva a Collecorvino bypassando tutta la zona industriale dei Comuni interessati. Manca solo il tratto che va da Collecorvino fino alla zona industriale di Remartello di Loreto Aprutino. Quindi la sola realizzazione del tratto Passo Cordone Penne sarebbe un’opera monca della Mare Monti”.  

Poi un invito al senatore D’Alfonso per: “ Adoperarsi affinchè i fondi a disposizione della Provincia, circa sei milioni, per la strada Pedemontana del Gran Sasso, che parte dall’incrocio di San Rocco di Penne, passa per Rigopiano fino ad arrivare sia nella Provincia aquilana che in quella teramana, vengano ampliati.  I fondi masterplan stanziati dalla Regione Abruzzo nel 2016 oggi non bastano più, a causa delle frane e della non manutenzione fatta negli ultimi anni”.

Lo stesso invito è stato rivolto al presidente della Regione Abruzzo, Marsilio, chiedendogli che nella nuova programmazione 2021/2014 di potenziare il finanziamento già a disposizione dell’ente Provincia.

Pin It on Pinterest

Share This