Il governo, attraverso un’ordinanza della Protezione civile, ha messo a disposizione subito 400 milioni di euro da distribuire ai Comuni, per permettere loro di erogare buoni spesa a persone e famiglie in difficoltà. Nella conferenza stampa del 28 marzo, il premier Conte e il ministro delle Finanze Gualtieri hanno annunciato uno stanziamento di 400 milioni di euro da far gestire interamente ai sindaci delle città italiane, ovviamente, tutto ripartito in base alla proporzione della popolazione residente e del reddito pro-capite e in base alle dichiarazioni dei redditi 2017.

Una ripartizione che ha fatto discutere, ma che a quanto pare, nel comune di Rosciano non ha fermato la macchina dell’assistenzialismo che si è subito messa in moto sotto l’attenta guida del Sindaco Simone Palozzo e nel giro di pochi giorni ha accontentato tutte le 119 richieste ricevute. “Abbiamo accontentato tutta la platea dei richiedenti – ha dichiarato il Sindaco di Rosiano – non siamo ricorsi a nessun tipo di graduatoria e siamo riusciti ad aumentare di 40€ ogni buono spesa in base al numero dei componenti del nucleo familiare.” Ogni richiesta è stata analizzata dall’amministrazione comunale con l’ausilio dell’Assessorato alle politiche sociali e agli assistenti sociali. L’amministrazione comunale di Rosciano sui 30.196,29 a disposizione è riuscita a spendere 27.200,00 euro e con la somma avanzata è stato implementato il banco alimentare comunale tramite l’acquisto di beni alimentari. “Siamo stati rapidi e abbiamo fatto un bellissimo lavoro con la predisposizione di tutti i buoni pasto e l’organizzazione della consegna terminata oggi – ha dichiarato Palozzo – 119 richieste soddisfatte, è stato fatto un intenso lavoro e in pochissimi giorni abbiamo dato risposte ai cittadini del nostro territorio che stanno collaborando nel migliore dei modi e che ringrazio. Questa è la riprova della vera conoscenza del tessuto sociale. Il monitoraggio è stato importante e con l’aiuto di tutta l’amministrazione siamo riusciti a dare risposte rapide e concrete a tutti.” Ha concluso il Sindaco.  

I buoni pasto sono stati consegnati e sono utilizzabili negli esercizi commerciali convenzionati in tutto il territorio roscianese che hanno confermato di accettarli con un 5% di ribasso sul costo dei beni primari. Altra iniziativa è quella delle uova di Pasqua consegnate a tutti i bambini del paese. In allegato, anche un pensiero del primo cittadino che recita: “L’uovo come simbolo di rinascita! Solo grazie al sorriso di un bambino capace di illuminare il mondo presto torneremo a gioire insieme! Auguri di buona Pasqua.” Firmato, il vostro Sindaco, Simone.

“Stiamo comunque portando avanti anche i lavori ordinari. La nostra amministrazione non si ferma” ha commentato in chiusura il Sindaco Palozzo.

William Grandonico

Pin It on Pinterest

Share This