Il Comune di Spoltore ha avviato la distribuzione dell'opuscolo "Sii consapevole Sei Responsabile", dodici pagine dedicate alla sicurezza sul lavoro che dal primo gennaio di quest’anno sono consegnate ai cittadini che, nel ruolo di committenti di lavori privati, decidono di affidare l’esecuzione di lavori edili sul territorio di Spoltore.


"L'iniziativa" spiega l'assessore alle attività produttive Chiara Trulli "fa parte di una campagna di informazione sulle responsabilità del committente nell'affidamento dei lavori edili. Vogliamo favorire la diffusione di una cultura positiva che rafforzi il rispetto delle regole, del lavoro e delle persone alla base di qualunque sviluppo sano dell'economia”.
Il documento è destinato a tutti i soggetti che intendono appaltare nuove costruzioni, manutenzioni, riparazioni, demolizioni, opere di conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, ma si rivolge anche ai professionisti coinvolti nell’esecuzione dei lavori.
Nei cantieri edili il Committente è sempre il soggetto in prima linea per le responsabilità di natura civile, penale ed amministrativa. Seleziona l'impresa con la quale sottoscrive un contratto di appalto per realizzare i lavori edili e diventa il principale responsabile di quanto accadrà nel suo cantiere.
"Il Comune di Spoltore e la Cassa Edile di Pescara" sottolinea Vittorio Gervasi, direttore della Cassa Edile e del FormEdil Pescara "collaborano per trasmettere informazioni e formazione a tutti gli attori della filiera dell’edilizia, convinti che la diffusione di buone pratiche ed una corretta e capillare informazione, possano rappresentare un vero stimolo per migliorare il contesto professionale sociale e la sicurezza del nostro territorio".
Nelle pagine dell'opuscolo, redatte da Gervasi e Rocco Verrigni (tecnico della sicurezza Formedil Pescara), l'attenzione è puntata sull'entità dei lavori (uguale o superiore a 200 uomini/giorno) e sulla presenza in cantiere, anche non contemporanea, di una o più imprese. Vengono poi sottolineati, per ognuno, gli obblighi da assolvere e le relative sanzioni in caso di inottemperanza.
Hanno collaborato gli studenti dell'Istituto Tecnico "Tito Acerbo" Gabriele Rosini, Enrico Di Campli ed Emanuele Di Tieri coordinati dal docente Giovanni Colasante nell'ambito di un progetto di Alternanza Scuola Lavoro.