"Gli unici problemi di sicurezza stradale rimasti sul territorio di Spoltore sono sulle strade provinciali." A ricordarlo è il consigliere Francesca Sborgia, presente anche in consiglio provinciale, che ricorda i diversi problemi registrati dalle ultime cronache.

"In via del Campo Sportivo sono morte due persone e c'è un incidente al giorno. Alcuni cittadini considerano la strada che porta a Caprara talmente insicura da arrivare a chiedere l'introduzione di un senso unico: una richiesta paradossale, se pensiamo che si tratta di una extraurbana, e che il senso unico costringerebbe alcuni residenti a guidare ogni giorno diversi chilometri in più per tornare nelle proprie abitazioni. C'è una frana in contrada Sferrella da ormai due anni: restringe la carreggiata in piena curva, sulla direzione a pochi chilometri dal centro Arca utilizzata ogni giorno da migliaia di persone. A Cavaticchi, sono stati effettuati una serie di lavori dall'Enel senza che l'asfalto venisse ripristinato, è letteralmente un'arteria disastrata ma il cantiere non è stato presidiato in nessun modo dall'ente responsabile della strada. La situazione amministrativa a livello provinciale, secondo Sborgia, rischia di compromettere anche l'attività politica dell'amministrazione Di Lorito: "stiamo cercando, per quanto consentito dalle casse del Comune, di intervenire con le risorse locali per piccoli interventi e manutenzioni in strade che non sarebbero di competenza comunale". Negli ultimi due mesi sono stati realizzati dal Comune tre attraversamenti pedonali luminosi con impianti semaforici, uno dei quali proprio in via del Campo Sportivo, tutti su strade provinciali. "Siamo molto preoccupati" conclude Sborgia "la situazione dei beni gestiti dalle Province è in uno stato di abbandono allarmante: di recente il sindaco Luciano Di Lorito è stato costretto ad intervenire con un'ordinanza su un capannone, un magazzino della provincia che le forze dell'ordine hanno scoperto essere diventata la sede di Rave Party". Gli amministratori di Spoltore chiedono dunque l'apertura di un tavolo tecnico tra la Provincia e il Comune di Spoltore, un incontro che possa sollecitare dal punto di vista operativo e avviare un confronto anche su quali sono le soluzioni da adottare per garantire la messa in sicurezza nei tratti di strada che recenti episodi hanno testimoniato essere i più pericolosi.