Il Comune di Spoltore ha pubblicato un avviso pubblico per l'acceso al fondo nazionale di sostegno ai nuclei familiari che pagano l'affitto. "La tempistica di questi interventi e la loro efficacia" spiega l'assessore alle politiche sociali Carlo Cacciatore "è garantita dalla professionalità degli uffici e del nostro personale, che ringraziamo."

L'annualità 2019 si riferisce alle localizioni dell'anno precedente, ovvero il 2018: il fondo per la concessione di contributi per il pagamento dei canoni di locazione, al quale possono accedere i conduttori sia per quanto riguarda immobili di proprietà privata che pubblica, è diviso in due categorie. La Fascia A è accessibile ai nuclei familiari con reddito annuo imponibile non superiore a 2 pensioni minime INPS (€ 13.192,92). L'incidenza del canone di locazione rispetto al reddito annuo non deve essere inferiore al 14%. Per la Fascia B è richiesto un reddito non superiore a € 15.853,63 e incidenza dell'affitto di almeno il 24%. I redditi da prendere in considerazione, in questo secondo caso, sono quelli riferiti all' annualità 2018, mentre per i canoni di locazione occorre fare riferimento a quelli pagati nell'annualità 2019.

I residenti interessati alla concessione del contributo devono presentare domanda al Comune di Spoltore entro il 7 gennaio 2020: tra la documentazione richiesta dati relativi al contratto d'affitto, la categoria catastale dell'alloggio, l'eventuale presenza di sfratto esecutivo e l'eventuale presenza di ultra sessantacinquenni o disabili.

Per informazioni è possibile contattare Massimo Presutti (085.4964270) del Servizio Patrimonio e Politica della Casa.