E' iniziato l'iter amministrativo e tecnico per la realizzazione della nuova scuola elementare in Via Caselli. Ospiterà l’istituto comprensivo Mario Giardini. Secondo il progetto, sarà abbattuto il vecchio edificio, risalente agli anni 60, e ricostruito secondo le norme antisismiche.

Il costo complessivo dei lavori è pari a 3 milioni di euro, a cui saranno aggiunti altri 320mila euro finanziati per la progettazione: entrambi i finanziamenti sono stati erogati dal Ministero dell'Istruzione senza alcun aggravio per l'ente. Il Servizio edilizia sociale (scolastica, residenziale pubblica e culto) della Regione Abruzzo, inoltre, ha comunicato che, all'esito del bando per gli interventi di messa in sicurezza e miglioramento sismico degli edifici scolastici, è stato ammesso al finanziamento anche il blocco B dell'Istituto Comprensivo "Laura Ciulli Paratore" di Via Verrotti: l'intervento è di 2 milioni di euro, ora si attende il trasferimento dei fondi. «Per l'edilizia scolastica, e parlano i fatti, la mia amministrazione ha lavorato con decisione, raggiungendo risultati importanti, nonostante le critiche del partito democratico che in passato ha mostrato invece confusione e assenza di strategia amministrativa», ha detto il sindaco Mario Semproni. «In questi primi tre anni abbiamo ottenuto finanziamenti da enti sovra comunali, come Stato e Regione, per circa 6 milioni e mezzo di euro. Abbiamo esercitato un ottimo lavoro di squadra tra assessorato ai lavori pubblici e pubblica istruzione. Il nostro obiettivo», aggiunge ancora il primo cittadino, «è avviare in tempi brevi la ricostruzione della scuola elementare Mario Giardini e completare l'adeguamento sismico delle altre strutture scolastiche presenti sul territorio comunale». L'amministrazione comunale del sindaco Mario Semproni ha effettuato i seguenti interventi: costruzione della scuola provvisoria in località Fonte Nuova per gli studenti del Marconi (1 milione 100mila euro), avviato la ricostruzione edificio scolastico di Via Caselli (3 milioni 320mila euro), ottenuto il finanziamento per gli interventi di miglioramento sismico nel blocco B dell’edificio di Via Verrotti (2 milioni di euro).