L’VIII edizione del Concorso Flautistico Internazionale “Severino Gazzelloni” si tiene dal 27 al 31 ottobre 2019, sotto la guida del M° Salvatore Lombardi e ha luogo, per la terza volta, nell’Auditorium del Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara. Il Concorso è organizzato dall’Associazione Flautisti Italiani con l’Alto Patrocinio della Regione Abruzzo, di Fondazione Pescarabruzzo, Conservatorio “Luisa D’Annunzio”, CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica.

L’evento, intitolato al celebre musicista Severino Gazzelloni – che attraverso le sue numerose performance ha avuto il grande merito di divulgare la conoscenza del flauto presso un pubblico più ampio –, si propone lo scopo di sostenere il talento dei giovani musicisti offrendo loro nuove opportunità professionali nel mondo della musica. La giuria composta da illustri flautisti internazionali vede la partecipazione di Giampaolo Pretto (presidente di giuria e già primo flauto orchestra sinfonica Rai Torino), Matteo Evangelisti (primo flauto Opera di Roma), Christina Fassbender (università Berlino), Han Guoliang (primo flauto orchestra nazionale della Cina), Anne Catherine Heinzmann (università Essen), Pamela Stahel (ottavino Opera di Zurigo).

La competizione, divisa in quattro categorie, vanta un montepremi totale di circa 25mila euro, con borse di studio in denaro, pubblicazioni musicali, consegna di flauti e accessori per flauti, pubblicazioni su testate, concerti, pubblicazione di un CD, e la copertina sulla rivista Falaut. Inoltre il M° Jean-Claude Gèrard, storico sostenitore del concorso, ha voluto offrire un premio di 500 euro, assegnato dal pubblico presente in sala, durante la serata finale del 31 ottobre. Circa 200 gli iscritti, provenienti da 28 nazioni e 3 continenti: Italia, Polonia, Austria, Francia, Russia, Cina, Turchia, Ucraina, Germania, Svizzera, Croazia, Israele, Slovenia, Olanda, Slovacchia, Ungheria, Portogallo, Colombia, Lettonia, Lituania, Belgio, Grecia, Bielorussia, Usa, Serbia, Spagna, Estonia, Perù. “Il premio diventa sempre più ambito – dichiara il direttore artistico del concorso, Salvatore Lombardi – La cosa ci inorgoglisce e ci responsabilizza. La nostra missione resta quella di sostenere i giovani musicisti. Il Conservatorio di Pescara si conferma la sede ideale per gli spazi, la disponibilità e la collocazione geografica, considerando l’enorme mole di partecipanti alla manifestazione. Questo concorso entra a pieno diritto nel novero delle grandi competizioni internazionali, bissando il successo dello scorso anno. Un momento di confronto e crescita per i giovani che vi si avvicinano”.