PENNE – L’isola pedonale fa discutere. In vigore per tutto il mese di agosto, ora anche dal mercoledì alla domenica dalle 19:30 alle 2:00, l’iniziativa da una parte consente a bar e ristoranti di mettere a disposizione dei clienti i tavolini all’aperto restando in attività fino alle 2 di notte; dall’altra non va giù a qualche residente che ha inviato un esposto al difensore civico regionale, l’avvocato Fabrizio Di Carlo. L’isola pedonale infatti non prevede deroghe a chi abita da piazza Luca da Penne a corso Alessandrini che è così costretto a non poter entrare ed uscire con la propria auto grazie all’autorizzazione come invece permette la zona a traffico limitato. Qualcuno ha fatto notare di essere perciò imprigionato al vincolo deciso dal sindaco Mario Semproni e dalla sua giunta, tradotto nell’ordinanza su cui ha lavorato il comandante della polizia locale Natalino Matricciani cui toccherà il compito di rispondere, entro 60 giorni, al difensore civico che non ha comunque la forza del Tar. Sostanzialmente si tratta di seicento pennesi residenti interessati al provvedimento restrittivo adottato dal Comune allo scopo di favorire l’attività di bar e ristoranti. “L’intenzione è di sperimentare in un periodo che segue la sofferenza legata all’emergenza Covid, valorizzando il nostro centro storico”, aveva spiegato l’assessore competente Pina Tulli. “Abbiamo notato un buon flusso turistico in queste prime settimane di agosto e la presenza di tavolini all’aperto dei vari locali consente la fruizione della Penne vecchia almeno nel tratto scelto”, si legge nella motivazione a sostegno della scelta di istituire l’isola pedonale in uno dei borghi più belli d’Italia. Piuttosto d’accordo gli operatori commerciali, sia pure con dovute eccezioni (“qui non c’è l’abitudine di lasciare l’auto a 300 metri per bere un caffè”, ha detto un barista), tra l’altro con la presenza di un evento come è stato il concerto di Mimmo Locasciulli insieme a Setak in piazza con il tutto esaurito (200 posti prenotati più quelli dei clienti dei bar). Un esposto che ha le ore contate.

Pin It on Pinterest

Share This