È stata organizzata per sabato 1° febbraio 2020 alle ore 15:00 presso la Porta di San Francesco a Penne una manifestazione pubblica a cui farà seguito un corteo per difendere i diritti di 20 ragazzi, affetti da grave disabilità, che dal 20 dicembre scorso sono nuovamente a casa non potendo più usufruire del Centro Diurno Sociale.

La situazione attualmente in stand-by dal mese di dicembre è precipitata dopo che il bando ha assegnato la nuova gestione del Centro diurno alla ditta SGS di Lanciano che a sua volta ad oggi non ancora avvia il servizio, mettendo in difficoltà le tante famiglie ormai allo stremo delle forze. Ad aggravare ancor di più questa situazione la nuova sistemazione non idonea ad ospitare, ripetiamo disabili con gravi patologie concessa al Centro diurno.