Torna per il sesto anno il Presepe Vivente di Cavaticchi: quest'anno la rappresentazione, intitolata "E venne il Nazarà", punta a distaccarsi dalla semplice rappresentazione religiosa: "daremo vita ad una serie di vere e proprie scene cinematografiche" ricorda il regista Mario Probi.

L'appuntamento è per il 28 dicembre alle ore 18.00, come sempre nella piana de 'Li Praticc'. L'ingresso è gratuito, ed è previsto un servizio navetta dalla zona industriale di Santa Teresa, per evitare problemi di parcheggio nella piccola frazione di Spoltore: "anche tempo meteo dovrebbe lavorare a nostro favore" ricorda Davide Giansante, che insieme all'aiuto regia Pina Di Giamberardino ha presentato l'appuntamento questa mattina nella sala giunta della Provincia di Pescara. "Quest'anno abbiamo incontrato un affetto ancora maggiore da parte degli sponsor" ricordano gli organizzatori "e sentiamo forte la responsabilità di dare lustro a chi ha creduto in noi. L'aspetto più bello è la funzione aggregante di questa rappresentazione, porta a lavorare insieme persone che altrimenti non si parlerebbero nemmeno". Si lavora a questo progetto almeno due mesi prima del periodo natalizio: gli attori sono ragazzi non professionisti e quindi è necessario uno sforzo ancora maggiore dietro le quinte.  Tecnicamente questo spettacolo è sempre più impegnativo" puntualizza Belfino De Leonardis, della Spray Records, responsabile di luci e suoni della rappresentazione, "anche perché si lavora in maniera sequenziale, non è possibile montare l'allestimento in anticipo o provarlo. Conta molto l'esperienza". Il presepe sarà popolato da oltre 100 figuranti, che dopo settimane di preparazione daranno vita a uno spettacolo allestito su un'area di quasi un ettaro: la vicenda ripercorre tutte le tappe della tradizione, dall’annunciazione dell’Arcangelo Gabriele a Maria, fino ad Erode e all’arrivo dei re magi. Curata nei minimi dettagli e arricchita da costumi che riproducono i vestiti dell’epoca, la rappresentazione immergerà il pubblico nell'atmosfera del Natale con la presenza di centurioni romani a cavallo, mestieranti, pastori e numerosi animali.

Ad organizzare l'Associazione culturale Cavaticchi con il patrocinio del Comune di Spoltore e della Provincia di Pescara. Particolarmente emozionato il consigliere comunale Carlo Pietrangelo, che da sempre porta le istanze di Cavaticchi nel capoluogo: "sarà davvero un evento bello e memorabile, ogni volta è un momento speciale e irripetibile per il cuore di chi ha fede". Il sindaco Luciano Di Lorito si è congratulato con chi ogni anno rende possibile questo appuntamento, e assieme all'assessore alla cultura Roberta Rullo ha garantito il supporto dell'amministrazione comunale anche per il futuro: "mi piace ricordare sempre che questa rappresentazione non è il presepe di Cavaticchi, ma di tutta la comunità di Spoltore e cattura l'attenzione di tanti, anche fuori dal nostro territorio".


Vi aspettiamo il 28 DICEMBRE per la 6 edizione del PRESEPE VIVENTE di SPOLTORE C.da CAVATICCHI.
Dalle ore 18:00
Iniziativa a cura dell'Associazione culturale Cavaticchi - Presidente Giuseppe Giansante
Regia: Mario Probi
Direzione artistica: Antonio Luise
Assistente alla regia: Pina Di Giamberardino
Direzione musicale: Sabrina Di Blasio
Coordinamento: Carlo Pietrangelo
Comunicazione: Davide Giansante
Personaggi principali:
Maria: Francesca Giansante
Giuseppe: Stefano Della Valle
Gesù Bambino: la piccola Maria Martino
Erode: Fabio Tolli
Console 1: Marco D'Angelo
Console 2: Angelo Ruggieri

Costruzioni e cura del paesaggio:
Rocco di Nicola, Raffaele Sborgia, Marcello Pietrangelo, Giuseppe Sborgia, Franco Sborgia