PENNE – “Le maestranze della Brioni hanno manifestato la loro posizione in maniera precisa”, commentano così l'esito del refererendum Antonio Perseo della Cgil, Leonardo D'Addazio della Cisl e Luca Piersante della Uil.

“Il segnale inviato all'azienda è chiaro, cioè bisogna investire sul marchio Brioni e nello stesso tempo investire sulle lavorazioni dei capi del gruppo migliorando l'organizzazione del lavoro. Quest'ultima è molto importante per riuscire a raggiungere gli obiettivi. Tutti i lavoratori vogliono risposte chiare e concrete in risposta alle loro esigenze più volte denunciate, pur essendo comunque disposti a trovare soluzioni condivise. Ora è necessario un approccio diverso da parte dell'azienda alle nostre istanze. Ci impegnano a far rispettare la volontà dei lavoratori nelle prossime trattative”.