Sin dalle prime ore della mattinata di venerdì presso lo sportello ACA, ospitato all'interno dell'edificio municipale, si andava generando una piccola folla di cittadini, anche di comuni limitrofi, che attendeva l'apertura dello sportello.

“Visto che all'ora di apertura nessun dipendente aca risultava presente – afferma il sindaco Sandro Marinelli in una nota – e, nonostante non fosse pervenuta alcuna comunicazione in ordine all'eventuale chiusura della sportello, ci siamo premurati di metterci immediatamente in contatto con la sede ACA, apprendendo con sconcerto che l'addetto allo sportello di Pianella, dopo l'assenza per lo svolgimento di funzioni di rappresentante di lista e degli ulteriori giorni di riposo compensativo, avrebbe richiesto ed ottenuto ulteriori ferie. Fortunatamente, non appena il Presidente della società, Avv. Vincenzo Di Baldassarre, è stato messo al corrente dell'incresciosa situazione, si è provveduto alla pur ritardata apertura dello sportello con un sostituto.

Purtroppo – aggiunge il Primo cittadino – ci sono stati momenti di comprensibile tensione dell'utenza, proveniente anche da altri centri limitrofi, che lamentava la singolare coincidenza della mancata apertura anche degli altri sportelli del circondario durante tutta la settimana dello spoglio elettorale. Pur ringraziando il Presidente dell'ACA per la tempestiva attivazione tesa ad evitare che la situazione degenerasse ulteriormente – conclude il sindaco – resta tutto il rammarico nel prendere atto che agli immani sforzi compiuti dall'attuale amministratore dell'ACA e dai comuni soci per scongiurare il fallimento della società, non corrisponde adeguata presa di coscienza e correlativa assunzione di responsabilità, soprattutto nei confronti dell'utenza, da parte di tutte le componenti aziendali.”