PENNE – Fuga della maggioranza dalla Ringa. A vuoto perciò la doppia seduta del consiglio comunale che avrebbe dovuto votare la riadozione del piano Ringa, revocando quello del 2006 firmato dall'architetto Silvani e deciso dalla giunta Ds-Margherita guidata dal sindaco Fornarola. Troppi interessi di famiglia fino al quarto grado fra i consiglieri di maggioranza e così, con l'opposizione uscita dall'aula per far mancare il numero legale, la delibera resta nel cassetto. Servono sette consiglieri senza conflitti di interesse, sindaco Di Marcoberardino escluso, pronti a votare il piano. Se ne riparlerà allora dopo ferragosto. Un'altra testimonianza dei problemi poltici della maggioranza.

Pin It on Pinterest

Share This