Arrivano i rimborsi per il trasporto scolastico legati all’emergenza Covid. Lo ha deciso la giunta comunale durante l’ultima seduta. “In sintesi” spiega l’assessore all’istruzione Roberta Rullo “si terrà in considerazione il mese e mezzo durante il quale i bambini non hanno utilizzato lo scuolabus”. Per effetto dei provvedimenti di contrasto all’emergenza COVID-19, infatti, le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Spoltore sono rimaste chiuse ininterrottamente dal 15 febbraio al 31 marzo 2021.

Il servizio di trasporto scuolabus prevede una quota tariffaria annuale, calcolata per dieci mesi da settembre a giugno. La giunta ha dunque stabilito una riduzione delle tariffe per l’anno scolastico 2020-2021, parametrata alla mancata erogazione del servizio a causa della sospensione scolastica per emergenza sanitaria. La riduzione sulla tariffa dovuta sarà applicata in automatico dall’ufficio. Dunque, conclude l’assessore, “chi frequenterà ancora la scuola potrà vedere la riduzione sulla tariffa per l’anno prossimo, chi invece non avrà più bisogno del servizio di trasporto scolastico potrà chiedere un rimborso vero e proprio”.

In quest’ultimo caso il rimborso avverrà dopo richiesta scritta da parte del genitore o da chi ne esercita la potestà genitoriale mediante presentazione di idoneo modulo predisposto dall’ufficio servizi scolastici del Comune e che sarà diffuso a breve attraverso il sito internet istituzionale www.comune.spoltore.pe.it. Qualora la somma sia pari o inferiore ad € 12,00 non potrà essere rimborsata come previsto dal Regolamento generale delle Entrate.

Pin It on Pinterest

Share This