PENNE – L'altra volta, nel piano Ringa del 2006, le osservazioni dei cittadini furono sei ma non vennero controdedotte dal Comune. Del piano, firmato dall'architetto Valter Silvani, poi non si è fatto nulla fino a quando, dopo qualche vicissitudine interna alla maggioranza, lo strumento urbanistico è stato adottato di nuovo, revocando il vecchio, dal consiglio comunale del 12 agosto scorso con i voti di otto consiglieri.

 

Sta per arrivare il tempo delle osservazioni. Dal 2 novembre e per trenta giorni sarà possibile inviarle al Comune. Il piano Ringa nel frattempo può essere ancora visionato. La via Fedele Brindisi diverrà pubblica, oggi che è ancora privata ma illuminata pubblicamente e transitabile da chiunque?E cosa accadrà degli interventi concertati in quegli 8mila mq. ai piedi dell'ospedale?Sono due fra le domande principali inserite nel percorso politico-amministrativo di un piano relativo ad un'area strategica di Penne dove il "piano casa" non è in vigore. 

 

Pin It on Pinterest

Share This