“Spiace dover constatare come i consiglieri comunali di minoranza siano più preoccupati delle esternazioni di Matteo Salvini che delle misure approntate a beneficio dei cittadini”. Così il sindaco Sandro Marinelli esordisce in relazione alle parole delle minoranze che hanno diffuso un comunicato di protesta.

“ Ho fortemente promosso e gestito un costante e proficuo confronto in questa difficile situazione – spiega il primo cittadino – nella convinzione che la gravità della situazione meritasse il coinvolgimento di tutte le componenti rappresentative della cittadinanza, ma è bastato che un giornale riportasse una nota di merito espressa dal leader del primo partito italiano per generare il panico nella eterogenea minoranza pianellese,  che evidentemente riesce a trovare motivo di unità solo nell’avversione contro qualcuno “.

“ Purtroppo – aggiunge il sindaco – come emerso in maniera imbarazzante nell’ultimo consiglio comunale, nella nostra attività amministrativa dobbiamo anche occuparci di consiglieri che propongono emendamenti privi dei minimi requisiti di forma e di sostanza, visto che sia il responsabile di area che il revisore contabile (ricordiamo estratto a sorte dal Prefetto non scelto dalla maggioranza), ne attestano la totale inammissibilità, salvo poi ergersi addirittura ad ispiratori di manovre finanziare di cui evidentemente ignorano ogni aspetto”.

“Quello che emerge – conclude il primo cittadino – è, purtroppo, la totale inadeguatezza delle minoranze presenti in consiglio ad assumere qualsiasi funzione gestionale, poiché hanno preferito perdere l’opportunità offerta loro di lavorare con la maggioranza per portare idee e contributi a beneficio dei cittadini solo per una sindrome da irrilevanza politica che non dipende dal sottoscritto, ma dalla loro evidentemente poco significativa attività “. 

Pin It on Pinterest

Share This