RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Negli ultimi tempi il Sindaco Marinelli, non perde occasione per addossare la colpa al sottoscritto di tutti i debiti che ha il Comune di Pianella, dimenticando che il sottoscritto non è più Assessore dal mese di gennaio 2008 cioè da 12 anni.

Nell’ultimo comunicato stampa pubblicato su IL CENTRO del 28-5-2020, il Sindaco Marinelli accusa il sottoscritto di aver indebitato il Comune di Pianella per 40 anni insieme al precedente Sindaco D’Ambrosio spendendo miliardi di lire senza nulla realizzare”.

Dopo queste ultime affermazioni, sarò costretto a valutare l’opportunità di dare mandato a un legale, per tutelare la mia dignità personale nelle sedi opportune, per difendermi da chi, per propaganda politica e racimolare qualche voto, mette in atto un’azione diffamatoria solo per danneggiare la mia immagine politica e il ruolo di consigliere di minoranza, che ho il diritto e il dovere di esercitare liberamente, nel rispetto delle leggi, in quanto rappresento il 41% degli elettori Pianellesi.

Il Sindaco Marinelli dimentica e non dice ai cittadini, che insieme a lui in maggioranza, dal 2013, ci sono tre consiglieri comunali (Pozzi, Faieta, Minetti,) i quali, nei precedenti dieci anni, hanno partecipato e ricoperto incarichi di Assessori nell’amministrazione comunale con il Sindaco D’Ambrosio, condividendo e approvando tutto, senza alzare mai la testa.

Quindi, questi suoi fedelissimi amici che da 18 anni sono seduti sulla poltrona, secondo la tesi di Marinelli, dovrebbero essere anche loro responsabili dei debiti del passato? Intanto fino ad oggi certamente condividono i nuovi debiti insieme con l’amministrazione del Sindaco Marinelli, i quali sono arrivati vicino a tre milioni di euro.

 Il Sindaco Marinelli dovrebbe dire la verità sui bilanci ai suoi concittadini, cioè che da alcuni anni per tappare i buchi e gli errori commessi da lui, deve affidarsi ogni anno agli anticipi di tesoreria al massimo possibile (€.2.493.410,55 anticipo di 5/12 sul 2020) e alla vendita di immobili con i soliti artifici contabili per pareggiare il Bilancio, facendo quadrare i conti solo sulla carta, infatti bisogna ricordare, a chi l’avesse dimenticato, il caso della vendita dell’area del Distretto ASL di S. Lucia al valore di €.528.000, utilizzato come ipotetica entrata nei bilanci per cinque anni, conclusa con un nulla di fatto, così come la “svendita” di 10 appartamenti popolari comunali al valore complessivo di €. 232.582,04, alla fine sono stati venduti nel 2017 con tutti gli inquilini dentro.

Alle suddette cifre il Sindaco Marinelli dovrebbe aggiungere, per informare i cittadini di Pianella, il mutuo richiesto ed erogato dalla Cassa Depositi e Prestiti, per pagare il debito fuori bilancio di €.478.882,77, dei cosiddetti lavori di “somma urgenza” eseguiti “per coincidenza” alcuni mesi prima delle elezioni comunali, da rimettere in 20 rate annuali fino al 31-12-2038, il cui costo complessivo  compreso gli interessi sarà di €.666.908,40, quindi oltre mezzo milione di euro fuori bilancio, con lavori eseguiti senza copertura finanziaria e affidati a chiamata diretta senza gara di appalto.

 Visto che il Sindaco Marinelli, nel suddetto comunicato stampa, sostiene che le norme per fare un bilancio prevedono che …”per il finanziamento di nuove opere pubbliche è fortemente sconsigliato il ricorso all’indebitamento” e che….“è necessario procedere alla dismissione di immobili non utilizzati”….. ed è il caso del campo Verrotti, dell’area di parcheggio di Borgo Carmine e quelle della zona industriale, per realizzare il manto sintetico del campo “Di Benedetto” per un importo di €.600.000, a questo punto è lecito porre una domanda al Sindaco: Per poter fare il debito fuori bilancio di mezzo milione di euro per i lavori di somma urgenza, quali immobili ha venduto o alienato?

Quindi sembra che non ha rispettato la legge ed ha fatto un debito fuori bilancio senza copertura?   

Bisogna far notare al Sindaco Marinelli che i finanziamenti ricevuti per la messa in sicurezza delle Scuole Elementari, Medie e Materna del capoluogo, sono stati concessi a seguito dei terremoti dell’Aquila, tra l’altro concessi a tutti i comuni del cratere, dal MIUR (Ministero Pubblica Istruzione) e per il Palazzo Comunale dall’amministrazione Regionale di Centrosinistra, da lui sempre criticata, dove nell’esecuzione dei vari appalti abbiamo dovuto constatare numerosi gravi errori e contenziosi con le ditte appaltatrici, nonché negligenze ed errori dei responsabili R.U.P. (Responsabili Area Gestione del Territorio), dove si è dimostrato che il Sindaco non ha seguito puntualmente i lavori affidandosi solo e sempre ai responsabili di fiducia da lui nominati.

Io penso che il Sindaco Marinelli ha poco da vantarsi, in quanto il suo atteggiamento nell’amministrazione è improntato solo al personalismo, alla sua esagerata autostima, oscurando anche il lavoro degli altri assessori e dei consiglieri che collaborano con lui nella maggioranza.

Infatti sui comunicati stampa appare quasi sempre il suo nome con la sua foto, nelle interviste alle TV locali risulta intervistato sempre e solo lui, nei Consigli Comunali relaziona sempre lui su ogni argomento, gli assessori delegati ai vari settori sembra che non esistono, così anche i consiglieri di maggioranza, come mai non hanno nulla da relazionare in merito agli argomenti trattati all’ordine del giorno dei consigli comunali?

Alla luce delle suddette considerazioni chiedo ufficialmente al Sindaco Marinelli, di redigere una relazione dove siano riportate dettagliatamente le singole voci dei debiti attribuibili alla responsabilità del sottoscritto, con l’importo totale in miliardi di lire e in euro, inoltre chiedo di portarla a conoscenza del prossimo Consiglio Comunale, al fine di dimostrare pubblicamente le affermazioni da lui pubblicate sulla stampa e permettere al sottoscritto di difendersi. 

Nel prossimo Consiglio Comunale dedicato al Bilancio Consuntivo 2019, per rendere noto al Sindaco Marinelli, presenterò un elenco dettagliato delle opere vere che ho realizzato nel periodo in cui ho ricoperto l’incarico di Assessore, in modo che anche tutti i Consiglieri e i cittadini possano conoscere il mio operato a favore della collettività, in qualità di Assessore e Consigliere Comunale e Provinciale

Si anticipa in questo comunicato, in sintesi, l’elenco delle opere pubbliche e gli interventi realizzati dal sottoscritto, in qualità di Assessore comunale insieme agli altri componenti della maggioranza, dal maggio1997 al gennaio 2008 e in qualità di Consigliere Provinciale dal 2009 al 2012,

 

  • Finanziamenti a fondo perduto dell’ACA e ATO 4 Pescarese, per opere pubbliche che hanno dato la possibilità di coprire 85% del territorio di Pianella per il servizio di Fogne e Depurazione;
  • Estensione e rifacimenti rete idrica su tutto il territorio di Pianella capoluogo e frazioni di Cerratina e Castellana, risolvendo definitivamente la carenza cronica di acqua potabile;
  • Lavori pubblici finanziati interamente dall’ANAS, che hanno messo in sicurezza la S.S. 81, su segnalazioni e lavoro sul territorio del sottoscritto, come la Rotatoria di via S. Maria a lungo, il consolidamento tratto viabilità di contrada Vallerio e di contrada Collevecchio alto.

 

Lavori pubblici finanziati interamente dalla Provincia di Pescara che hanno messo in sicurezza la viabilità provinciale e non solo, su segnalazioni e lavoro sul territorio del sottoscritto e delle amministrazioni di cui facevo parte, come segue: 

  • Depolverizzazione strada ex Bonifica da Pianella S. Lucia, via Torino – Castellana;
  • Realizzazione marciapiedi a Pianella in via Villa de Felici, via S. Nicola, via S. Maria a lungo;
  • Realizzazione marciapiedi a Cerratina in via Trieste e via dei Platani;
  • Realizzazione marciapiedi a Castellana due tratti in via Papa Giovanni XXIII;
  • Realizzazione urbanizzazioni sulle zone artigianali di Contrada Conoscopane (Finanziamenti P.I.T.);
  • Urbanizzazioni zone artigianali di Pianella in via Modena e a Cerratina via S. Vincenzo;
  • Parcheggi e manutenzione marciapiedi a Pianella in via Aldo Moro e via Quercia dell’Ompiso.

    

Lavori pubblici finanziati interamente o in parte dalla Regione Abruzzo a fondo perduto, sempre con il mio personale interessamento, come segue: 

  • Sistemazione strada ex Bonifica Borgo Carmine-Cupello e della strada ex Bonifica-Garofalo di           Pianella;
  • Progetto e finanziamento della rotatoria sulla strada S.S.81 in contrada Nardangelo;
  • Completamento e depolverizzazioni di diverse strade comunali;
  • Sistemazione campo sportivo di calcio F. Verrotti;
  • Inizio dei lavori per realizzazione della gradinata ospiti nel campo di calcio in erba Nardangelo;
  • Realizzazione in 2 lotti pavimentazione ed urbanizzazioni del centro storico di Pianella capoluogo e a Cerratina nel centro storico e Piazza del Sole;
  • Ultimazione lavori della circonvallazione nella frazione di Cerratina;
  • Realizzazione Palazzo della Cultura nel centro storico di Pianella;
  • Realizzazione Asilo Nido in via Rieti contr. Fontanoli;
  • Rifacimento completo tetto del Palazzo de Caro e restauro Arco di S. Silvestro nel centro storico;
  • Realizzazione della circonvallazione nel capoluogo da via Parigi fino a via Rieti;
  • Approvazione progetto per la messa in sicurezza di via Rieti, via Ancona e via delle Querce nel finanziato dalla Regione, poi modificato e stravolto dall’attuale amministrazione per mettere a senso unico via Rieti;
  • Ristrutturazione Palazzo Sabucchi di via Meridionale per centro sociale anziani e giovanile;
  • Ristrutturazione e inizio lavori dell’ex Palazzo Sabucchi di Cerratina per delegazione comunale e centro sociale anziani;
  • Finanziamento Regionale programma Contratti di quartiere II per il Teatro Comunale (lavori ancora fermi) e Palazzina ERP per categorie speciali (giovani coppie, anziani e disabili) di via S.Angelo;
  • Lavori di ampliamento Scuola Materna del capoluogo ed ultimazione Scuola Media della frazione di Cerratina;
  • Finanziamento per la realizzazione campo sportivo in erba contrada Nardangelo.

Inoltre con i fondi propri del Comune di Pianella abbiamo realizzato diverse opere pubbliche su tutto il territorio comunale, come segue: 

  • Realizzazione e completamento della Pubblica Illuminazione in diversi nuclei abitati;
  • Realizzazione della Circonvallazione di Castellana;
  • Parcheggi e pavimentazioni dei tre Cimiteri di Pianella e frazioni, realizzazione loculi Comunali;
  • Marciapiedi e manutenzioni varie;
  • Installazione e adeguamento segnaletica stradale nel centro abitato e strade comunali di grande percorrenza;
  • Approvazione del P.R.G. nel 1999.

 

opo questa lunga lista di lavori realizzati, in qualità di Assessore e Consigliere Comunale e Consigliere Provinciale, non mi sembra si possa giudicare il mio operato come “nulla di rilevante” come ha scritto il Sindaco Marinelli, se si sostiene questo significa che non si rende conto neanche di cosa ha intorno, e non conosce chi ha realizzato tutti quei lavori, in totale sono più di 22 milioni di euro (44 miliardi di lire) tutti lavori pubblici ed investimenti a servizio della la collettività di Pianella, in circa 10 anni di lavoro e impegno, non sono chiacchiere da Bar o dichiarazioni solo per televisioni locali, quindi, affermare che sono “disorientato” di fronte alle numerose opere pubbliche da lui realizzate, è semplicemente falso.

Devo aggiungere che il sottoscritto, nel periodo in cui ha amministrato il Comune di Pianella e alla Provincia di Pescara, non si è avvantaggiato in nessun modo sia personalmente che politicamente e non ha mai ricevuto incarichi remunerati da enti pubblici né personali e tantomeno per famigliari o parenti.

Quindi sono fiero di quello che ho realizzato, insieme agli altri componenti delle amministrazioni di cui ho fatto parte, improntato sempre nell’interesse della collettività.

Valutando complessivamente le cose realizzate dal Sindaco Marinelli, se si escludono i finanziamenti Regionali e degli enti Scolastici dovuti per mettere in sicurezza edifici pubblici, non mi sembra abbia realizzato molte opere pubbliche.

 Invece si deve dire che dal gennaio 2016 ad oggi, ha indebitato il Comune di Pianella per un totale che si avvicina a 3 milioni di euro, questo significa che non si può definire come il più bravo di tutti. Tenuto conto che il Governo con il D.L. n°35 del 8/4/2013 ha offerto la possibilità a tutti i Comuni, quindi anche a Pianella, di sistemare, a rate per 20 anni, tutti i debiti pregressi fino alla fine 2015.

Vi chiederete ma cosa è successo da gennaio 2016 ad oggi nel Comune di Pianella con   l’amministrazione del Sindaco Marinelli?

Dopo le spavalderie del Sindaco Marinelli esibite in ogni occasione, di cui molti cittadini si sono stufati, da noi si usa dire “Tutti i nodi vengono al pettine”.

Oggi, nonostante diverse migliaia di accertamenti eseguiti dalla fine del 2013 e oltre, (ricordiamo le migliaia di cartelle pazze inviate a tutti i contribuenti Pianellesi), l’ufficio Tributi non ancora funziona come dovrebbe, in quanto dopo sette anni di amministrazione del Sindaco Marinelli, gli uffici hanno ancora problemi di accertamenti e di riscossione.

Il servizio “Gestione del territorio” R.U.P. in questi sette anni negli appalti pubblici si sono riscontrati numerosi errori sui lavori pubblici eseguiti, ed in corso, inefficienze e (multe per inquinamento).

Spese inutili per l’attivazione del GLOBAL SERVICE, appalto per la manutenzione di tutti gli impianti tecnologici e della rete dell’illuminazione pubblica, dopo aver aggiudicato l’appalto alla ditta vincitrice, hanno scoperto errori nelle cifre dei costi impossibili da sostenere per il Comune ed è stato revocato l’appalto, di conseguenza la ditta appaltatrice ha fatto ricorso e il Comune ha dovuto affrontare spese per la causa.

Vi sono stati errori sul documento di valutazione rischi (V.A.R.) degli edifici comunali, dovuti alla scarsa professionalità e negligenze dei responsabili di area del Comune di Pianella, costi per le sanzioni e lavori di adeguamento per la messa in sicurezza.

Ingenti spese per dare ai responsabili di Area Organizzativa l’indennità di Posizione Organizzativa al massimo livello, simili a quelle del Comune di Pescara che ha 120.000 abitanti, un Comune molto più grande e responsabilità più impegnative, mentre Pianella ha solo 8.600 abitanti, questo significa che ogni Pianellese, in proporzione, paga molto di più dei Pescaresi per ogni singolo funzionario.

Alla nuova Segretaria Comunale è stato fatto un aumento del 50% del suo stipendio appena nominata e insediata, una percentuale massima consentita, ma oggi dobbiamo constatare che spesso non è presente, tanto che su diverse delibere risulta la firma della Vice Segretaria Responsabile – Area Finanze.

Le indennità di carica del Sindaco e degli amministratori sono state adeguate alla minima riduzione prevista dalla legge Monti, ma gli amministratori di alcuni Comuni vicini, vedi Cepagatti, Comune di 10.000 abitanti, nonostante le maggiori entrate dovute alle numerose aziende ed attività commerciali, da qualche anno, si sono ridotti del 50% le indennità di carica, destinando la riduzione ad un fondo di solidarietà.

Si ricorda che il Comune di Pianella non ha sul Bilancio il costo della gestione dei servizi cimiteriali dei tre cimiteri del capoluogo di Cerratina e Castellana, in quantouanto sono stati privatizzati affidandoli ad una società privata, di conseguenza si sono caricati tutti i costi sulle tasche di quei cittadini, che sfortunatamente utilizzano il servizio per tumulare i famigliari defunti, pagando il costo dei servizi a peso d’oro dal 2016 e per venti anni.

La cultura, le iniziative sociali e le manifestazioni sono state demandate in gran parte alle Proloco del Capoluogo e delle Frazioni e alle associazioni di volontariato; la gestione delle strutture sportive alle società Sportive; Sui centri anziani e giovanili e i parchi l’amministrazione è quasi assente, tutto resta affidato al volontariato dei Pianellesi, con scarsi contributi di sostegno a chi fa volontariato per la collettività.

In conclusione il Sindaco Marinelli, con i suoi tre amici storici (Pozzi, Minetti e Faieta) con lui in amministrazione dal 2013, offende continuamente il sottoscritto sulla stampa e nei Consigli Comunali, pensando di intimidire il sottoscritto, riducendo al silenzio il ruolo di Consigliere di opposizione, evitando così di far conoscere ai cittadini i suoi errori e i disastri procurati al bilancio comunale.

Il Consigliere Comunale Capogruppo di Pianella Vicina Gianni Filippone

Pin It on Pinterest

Share This