«Come Partito Democratico-Circolo di Penne e come gruppo consiliare di PenneVale, lo scorso 9 giugno abbiamo presentato una mozione al Sindaco del Comune di Penne per chiedere di rinviare la tassa IMU al 30 settembre». Andrea Vecchiotti, segretario del PD di Penne, commenta così l’iniziativa politica presentata dai consiglieri Ennio Napoletano e Giovanni Severo, e prosegue «ci saremmo aspettati, noi e tanti altri cittadini, che l’amministrazione comunale di maggioranza avesse assunto un qualche atto in tal senso, così come stanno facendo quasi tutti i Comuni dell’Area Vestina e non solo.

Tuttavia, nonostante una risoluzione del Ministero dell’Economia e delle Finanze dell’8 giugno e diverse sollecitazioni dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani, ndr) che hanno sollecitato questo intervento proprio per andare incontro a famiglie e operatori economici in difficoltà, abbiamo  la sensazione che la maggioranza di Lega e PenneViva non abbia alcun interesse a muovere un dito a tal proposito, lasciando totalmente invariata la scadenza dell’acconto IMU prevista al 16 giugno.

Lo stesso MEF dichiara possibile il fatto che i Comuni possano individuare anche altre agevolazioni, come ad esempio ulteriori ipotesi di ravvedimento, così da “alleggerire” il peso di interessi e sanzioni per chi non riesca ad adempiere entro il 16 giugno. Ricordiamo anche che Gilberto Petrucci, Assessore Comunale con deleghe al bilancio e ai tributi, preannunciava su Facebook che con la seduta del Consiglio Comunale del 12 maggio scorso sarà sospeso, inoltre, il pagamento di tasse (Tari) e imposte (IMU) fino al 30 giugno 2020. Ovviamente questo provvedimento, del quale la maggioranza comunale voleva prendersi il merito, è rimasto solo su Facebook. Forse sarebbe il caso di fare meno selfie e più fatti concreti».

Andrea Vecchiotti, Segretario Partito Democratico-Circolo di Penne

Pin It on Pinterest

Share This