Inizierà martedì 3 marzo il ciclo di incontri che l’amministrazione comunale promuove al fine di favorire la condivisione del nuovo piano regolatore, recentemente adottato. Il primo appuntamento si terrà presso la delegazione comunale di Cerratina che, a seguito del completamento di alcuni interventi, sarà riaperta al pubblico proprio in questa circostanza. Ne seguiranno sicuramente altri prima della scadenza dei termini per formulare osservazioni e proposte, prevista per il prossimo 11 aprile, per poi giungere all’approvazione definitiva.

Si avvia, pertanto, a conclusione l’iter che, dopo oltre 20 anni, doterà l’ente vestino di una nuova pianificazione del territorio che va a modificare integralmente quella del 1999. L’incontro, un confronto aperto ai tecnici, ma anche a tutti i cittadini, rappresenta solo uno dei tanti appuntamenti proposti in questi anni al fine di giungere ad un piano regolatore tale da garantire lo sviluppo sostenibile del territorio e la massima condivisione da parte di tutti.

“ Ci avviamo alla fase conclusiva di un percorso iniziato alcuni anni fa, ma che ha visto una vera e propria evoluzione a partire dal 2017, afferma il sindaco Sandro Marinelli. L’importanza di questo strumento per il futuro della nostra città ci ha indotto, fin da subito, a favorire la massima condivisione mediante il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse, dai tecnici, alle associazioni, alle imprese, ai cittadini poiché solo ascoltando le istanze territoriali avremmo potuto strutturare un piano efficace che guarda al futuro con prospettive concrete ed equilibrate di sviluppo.

A seguito della pubblicazione sul B.U.R.A., aggiunge il primo cittadino, decorrono i termini per presentare ulteriori istanze ed osservazioni e, proprio per evitare il sorgere di dubbi e l’accavallarsi di informazioni non supportate da una adeguata competenza tecnica, il responsabile dell’area gestione del territorio arch. Domenico Fineo, coordinatore del gruppo che ha portato avanti l’incarico per la stesura del PRG, sarà a disposizione per ogni eventuale chiarimento”.

“Terminata la fase per le osservazioni, spiega l’assessore con delega ai tributi Marco Pozzi, giungeremo all’approvazione definitiva, ma questi incontri saranno anche utili per calibrare al meglio gli effetti tributari delle nuove destinazioni in vista della deliberazione che dovrà determinare per l’anno 2020 il valore delle aree ai fini IMU, soprattutto per le nuove B3 e B4 che, nell’idea dell’amministrazione, dovranno fornire nuove opportunità ai proprietari senza un eccessivo peso sul piano impositivo.”

Pin It on Pinterest

Share This