Riceviamo e pubblichiamo

Riservandoci di rispondere come coalizione di minoranza agli oggetti del manifesto del gruppo Progresso e Tradizione, come consigliere vorrei far presente al Sindaco Starinieri che, sebbene si siano sbandierati dei futuri miglioramenti alla situazione di degrado del centro storico, ci sono delle urgenze, già presenti ai tempi della sua elezione e prima ancora quando c’era sempre LUI, che stanno pregiudicando la vita quotidiana dei cittadini e che non possono più aspettare: le buche ormai crateri di via Cesare Battisti, le case abbandonate e occupate dai piccionila totale inefficacia delle derattizzazioni visto che continuamente viene segnalata la presenza di topi.Il degrado non riguarda però solo il centro ma anche i Cappuccini, con la zona circostante la torre di Casamarte e gli spogliatoi del campo sportivo G.Mosca  ormai abbandonati e dimenticati. Capiamo l’emergenza da Covid, è per questo, rispondendo anche alle continue allusioni ironiche de Lacerba sul nostro silenzio, che abbiamo cercato di non creare polemiche pubbliche inutili ma non essendo MAI coinvolti in quello che sarebbe un normale confronto democratico interno, siamo costretti ad intervenire perché preoccupati di come ormai la situazione non stia solo peggiorando ma diventando IRRECUPERABILE.

E non solo per chi verrà dopo di te, caro Sindaco, ma per gli abitanti ai quali si chiede, quasi prendendoli in giro,di essere più puliti e più civili quando per primo deve essere l’amministratore ad aver fatto tutte le azioni. 

Oggi due anni sembrano troppo pochi per recuperare l’immobilismo di sette. Trai le dovute conseguenze.

Antonello Delle Monache, consigliere di minoranza 

 

Pin It on Pinterest

Share This