Si rinforza nella provincia di Pescara la compagine leghista del leader Salvini grazie all’adesione, nel progetto Lega Abruzzo, di quattro amministratori locali, Ernestina Caralla di Città Sant’Angelo, Maria Giulia Ambrosini di Cepagatti, Niclo Durante di Montebello di Bertona, Vanessa Combattello di Popoli e Lorenzo Chiappini di Loreto Aprutino.
L’ufficializzazione è stata data lo scorso 10 agosto a Silvi, alla presenza del braccio destro di Salvini, il vice segretario federale Andrea Crippa.
Si apre quindi non solo un varco nell’amministrazione comunale ma una vera voragine nella vocazione, storicamente rossa, del paese di Loreto. Passi che, secondo alcuni, la politica sia scienza dell’opportunismo e arte del compromesso, ma stavolta ai cittadini che hanno votato i valori della socialdemocrazia i rappresentanti della lista Progresso e Tradizione, per la tenuta della maggioranza Starinieri, chiederanno di ingoiare rospi verdi, grossi come cinghiali.
Già la cittadinanza onoraria all’ambasciatore russo mai giunto era stato un boccone difficile da digerire, per i rappresentatnti della sinistra loretese, il passaggio di Lorenzo Chiappini, consigliere di Progresso e Tradizione, al partito salviniano diventa, sempre di più all’interno della maggioranza, il Cavallo di Troia per permettere di radicare a Loreto il programma leghista.

Inoltre, Chiappini si appresta, nel 2021, a ricoprire il ruolo di assessore all’interno della giunta guidata da Starinieri. O almeno questa è la richiesta che la Lega aprutina sta avanzando in questi giorni. Ma non è tutto: i rumors a palazzo danno quasi per certo l’ingresso nel partito di Salvini di un’esponente della minoranza così che a breve, il primo cittadino potrebbe essere chiamato a sbrogliare la complicata matassa del rimpasto visto che la richiesta di un assessorato da parte della Lega potrebbe far agitare animi finora sopiti.

Dopotutto fu proprio Starinieri, nel primo Consiglio comunale, a parlare di rotazione dopo metà legislatura. Ci attenderà, probabilmente, un autunno caldo con temporali forti ed intensi e forse, oltre all’acqua, cominceremo a sentire ribollire il sangue nelle vene di chi, fino adesso, registrava un andamento pressorio tendente al minimo.

Pin It on Pinterest

Share This