RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – E’ sorprendente leggere le dichiarazioni del vice sindaco di Penne il quale afferma che i pazienti covid vadano mandati all’ospedale di  Popoli. Non gli permettiamo di strumentalizzare una questione così importante e delicata per soli fini campanilistici.

Non è di certo lui che deve stabilire se quello di Popoli sia un ospedale in grado di ospitare pazienti covid, ma questo compito appartiene a persone competenti che hanno fatto le proprie valutazioni ed hanno preso decisioni in merito.

Dal marzo 2020 anche l’ospedale di Popoli si è trovato a far fronte ad una pandemia che ha colpito l’umanità intera, medici, infermieri, operatori sanitari, personale amministrativo e personale addetto alle pulizie non si sono mai tirati indietro e non sono stati esenti dal contatto con il virus.

Piangiamo ancora l’infermiere di chirurgia Francesco Di Berardino scomparso a causa del covid 19 che aveva contratto dopo il trasferimento di una paziente dall’ospedale di Pescara e abbiamo avuto tanti casi di positività fra gli operatori che in alcuni casi hanno paralizzato interi reparti come la riabilitazione.

Non è di certo questo il momento di condurre inutili  polemiche fra due ospedali e due comunità che negli anni sono stati fortemente penalizzati da una politica regionale e nazionale assolutamente sbagliata che ha messo davanti alla vita delle persone semplici calcoli ragionieristici.

Il diritto alla salute è sancito dalla nostra costituzione e Popoli e i popolesi si batteranno affinchè l’ospedale riacquisisca la dignità che gli compete, ci auguriamo che ci governa abbia imparato qualcosa da questa pandemia e che la sanità pubblica venga riformata e resa efficiente ed efficace.

Il Vice Sindaco di Popoli Alfredo La Capruccia

Pin It on Pinterest

Share This