"Chiediamo all'amministrazione comunale di Penne di costituirsi parte civile nell'eventuale processo penale a carico di coloro che hanno impedito la realizzazione della strada Mare-monti". Lo ha affermato Antonio Baldacchini, coordinatore cittadino del Pdl di Penne.

 

"Come è noto, oltre al danno ambientale provocato alla riserva naturale "Lago di Penne", la mancata costruzione dell'opera pubblica ha generato un danno economico a Penne e ai comuni limitrofi. Colgo l'occasione per rispondere anche al segretario e capogruppo del Pd di Penne, l'avvocato Gabriele Vellante, secondo il quale – prosegue Baldacchini – il Pd non avrebbe responsabilità politiche nella vicenda della Mare-monti. Vellante è così distratto che dimentica che nell'elenco degli indagati c'è anche l'ex segretario regionale del Pd. Al di là delle responsabilità penali che sono personali e sulle quali aspettiamo l'esito della magistratura, è chiaro che il Partito democratico ed il centrosinistra – conclude Baldacchini – hanno inequivocabili responsabilità politiche sul fallimento generale dell'opera pubblica che avrebbe rilanciato l'economia nell'area vestina".

 

 

Penne (Pescara), 1 settembre 2010

Pin It on Pinterest

Share This