Umberto Guidoni

Domenica 5 settembre, alle ore 19:00, a Penne presso l'area antistante la porta di San Francesco l'astronauta ed ex europarlamentare Umberto Guidoni , intervistato da Oscar Buonamano, parteciperà ad un incontro sul tema “Costruzione di un nuovo centrosinistra: quali prospettive?” nell'ambito della festa di Sinistra Ecologia e Libertà dell'area vestina.

 

Umberto Guidoni, attualmente responsabile dell'università e della ricerca scientifica per la segreteria nazionale di SEL, è laureato in Fisica ed è stato ricercatore scientifico, prima presso la Divisione Energia Solare dell'ENEA e successivamente presso l'Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario (FSI). Nel 1990 viene selezionato dall'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per la prima missione del satellite "Tethered" e si trasferisce presso il Centro Astronauti del Johnson Space Center (NASA/JSC) di Houston dove viene nominato payload specialist della missione STS- 75, a bordo dello Space Shuttle Columbia, lanciato poi, il 22 febbraio 1996.

Nel 2001, con la missione STS-100, sale a bordo dell'Endeavour, ancora con l’alto grado di mission specialist e raggiunge la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), trascorrendovi ben 8 giorni di missione. Durante questo periodo, vengono installati il braccio meccanico canadese "Canadarm2" e il modulo logistico italiano "Raffaello".

Umberto Guidoni è stato il primo astronauta Italiano a raggiungere la ISS. Per la sua partecipazione alle missioni spaziali, ha ricevuto i più alti riconoscimenti dalle autorità dello stato Italiano. Al termine della prima missione spaziale, gli fu conferita la nomina di “Commendatore della Repubblica” dal Presidente Luigi Scalfaro. Al termine della seconda invece, gli fu conferita la nomina di “Grande Ufficiale della Repubblica” dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Da non dimenticare la medaglia “Exeptional Service”, che gli fu conferita nel 2002 dalla NASA, come riconoscimento per il suo grande contributo alla scienza e all’esplorazione umana dello spazio.

Umberto Guidoni ha rivestito la carica di eurodeputato italiano al parlamento europeo di Bruxelles dal 2004 al 2009. È stato membro della Commissione per l'Industria, la Ricerca e l'Energia (ITRE); della Commissione temporanea sul Cambiamento Climatico; della Commissione per l'Ambiente, la Sanità e la Sicurezza Alimentare (ENVI); della Commissione per il Controllo dei Bilanci (CONT); della delegazione per i rapporti con Stati Uniti e Giappone. In sede di Parlamento europeo è stato il presentatore di un emendamento per attenuare le conseguenze delle norme restrittive in tema di pirateria informatica.

SEL PENNE

Pin It on Pinterest

Share This