Comunicato stampa

La scrittrice Silvia Avallone finalista vincitrice della XXXII edizione del Premio Internazionale di narrativa “Città di Penne – Mosca- Università D’Annunzio” con il romanzo “Acciaio” (Rizzoli), concluderà a Penne martedì 23 (inizio ore 9.30, presso il Cinema Ariston) gli incontri tra gli scrittori finalisti del “Città di Penne 2010” con le giurie popolari.

 

Poi sabato 27 novembre ci saranno le cerimonie di proclamazione e di premiazione dei vincitori assoluti delle varie sezioni di concorso: al mattino la narrativa per l’infanzia e l’adolescenza e la poesia inedita “Città di Penne – Alessio Di Simone; nel pomeriggio (inizio ore 17.00, presso la Sala Consiliare del Comune) la cerimonia che riguarderà la narrativa per adulti e la poesia edita “Opera Prima – Fondazione Piazzolla”.

La Avallone nata a Biella nel 1984, vive a Bologna, dove si è laureata in filosofia. “Acciaio” è la sua opera prima ed ha avuto un clamoroso successo in vari premi italiani (vincitrice dell’opera prima al “Campiello”, seconda allo “Strega”, vincitrice del “Super Flaiano” e di altri premi). Quello della Avallone è un romanza di ampie problematiche che la scrittrice riesce a gestire e a governare con sapiente abilità, e con molta partecipazione nei confronti del succedersi degli eventi. La narratrice prende le debite distanze da quei connotati del romanzo neorealista che ha dominato una ormai remota stagione della nostra letteratura.

In questa condizione dello scrivere e dell’operare, il momento centrale è rappresentato dal crescere e maturare della protagonista, al tempo in cui l’amore e l’amicizia, che dovrebbero essere strutture portanti di una condizione di riscatto, finiscono per configurarsi come l’esatto contrario.

Scritto con un incedere di alternanze tra sicurezze espressive e perplessità, questo romanzo è certamente fra i più interessanti dell’attuale stagione letteraria.

Silvia Avallone dopo l’incontro di martedì a Penne, nel pomeriggio dello stesso giorno, alle ore 17.00, sarà all’Università di Chieti, per incontrare 100 giurati, tutti studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia. Mercoledì mattina infine incontrerà la nuova giuria a Lanciano.

Il 25 novembre arriverà a Penne anche la delegazione russa, guidata dall’ex Ministro della Cultura della Federazione Russa Evgeny Sidorov e composta pure da due dei tre scrittori russi finalisti quest’anno al premio gemello di Mosca.

IL SEGRETARIO GENERALE Igino Creati

Pin It on Pinterest

Share This