Maria Pia Ammirati

Martedì 25 ottobre, con inizio alle ore 10,00, presso il Cinema Teatro Ariston di Penne, cominceranno gli incontri tra gli scrittori finalisti vincitori della XXXIII Edizione del Premio Internazionale di Narrativa “Città di Penne – Mosca” e le giurie popolari.

Aprirà i dibattiti Maria Pia Ammirati, autrice del romanzo “Se tu fossi qui” (Cairo Editore).

Il giorno successivo, sempre alle ore 10,00, la scrittrice sarà a Lanciano, presso la Sala del Polo Museale Santo Spirito, per incontrare i cento giurati della città frentana che collabora dal 2010 col Premio Penne – Mosca.

La Ammirati ha scritto un libro denso di forti e delicate emotività con uno stile limpido e scorrevole che risulta di piacevole lettura. La morte improvvisa di una moglie sconvolge i ritmi e le abitudini di un'intera famiglia, la quale non riesce facilmente a superare angoscia e problemi, tanto più che il marito deve pensare anche alle due figliolette. Luisa, che è il nome della donna scomparsa, ricompare frequentemente nel giro di casa, provocando sentimenti nuovi, vocii interiori e parole incancellabili. Quello della Ammirati, già finalista al Campiello, è un testo preceduto da “I cani portano via le donne sole”, selezionato al Premio Strega 2001. Nel 2005 la Ammirati, che è dirigente televisiva, scrittrice e giornalista, ha pubblicato “Un caldo pomeriggio d'estate” (Premio Grinzane – Cavour Calabria). Nel 1992 ha dato alle stampe un saggio sulla narrativa italiana degli anni Ottanta, “Il vizio di scrivere”, che è poi un'indagine sui nuovi scrittori italiani. Tra le altre sue opere è da segnalare “Femminile plurale:voci della poesia italiana dal 1968 al 2002”.

Gli altri due incontri con gli scrittori della narrativa per adulti (Valeria Montaldi e il russo Pavel Sanaev) sono fissati per il 14 novembre a Penne e il 15 novembre a Lanciano e il 25 novembre mattina a Penne e lo stesso giorno, nel pomeriggio a Lanciano.

Pin It on Pinterest

Share This