Elena Clementelli con “Quasi una certezza” (Tracce) si aggiudica il Premio Nazionale di Poesia Edita “Città di Arsita – Gaetano Salveti” per il 2011. Premio Speciale della Giuria alla pescarese Daniela Quieti. “Il Bacucco d’Oro” per lo spettacolo al cabarettista Vincenzo Olivieri.

 

La Giuria tecnica della XVI Edizione del Premio Nazionale di Poesia Edita “Città di Arsita – Gaetano Salveti”, presieduta da Igino Creati (membri: Valentina Ciafardone – Assessore alla Cultura del Comune di Arsita –, Daniela D’Alimonte, Franca Minnucci, Luigi Orsini, Alessandro Pulini, Tito Rubini, Benito Sablone e Antonio Sorella), ha assegnato il Premio per il 2011 alla poetessa romana, di origine toscana, Elena Clementelli, per il volume “Quasi una certezza” (Tracce). Alla pescarese Daniela Quieti è stato attribuito un Premio Speciale per l’opera “L’ultima fuga” (Tracce).

I due testi della Clementelli e della Quieti facevano parte di una rosa di cinque raccolte poetiche. Gli altri tre libri erano: “Aspettando l’harmattan” (Tracce) di Vilma Costantini, “Tentativi di certezza“ (Marsilio) di Maura Del Serra e “Libro perduto” (Tracce) di Giancarlo Giuliani.

“Il Bacucco d’Oro” per lo spettacolo, il teatro e la televisione se lo è aggiudicato il cabarettista e showman abruzzese Vincenzo Olivieri.

La cerimonia di proclamazione e di premiazione della manifestazione si svolgerà ad Arsita, piccolo centro del teramano sabato 10 settembre, con inizio alle ore 19.00, presso la piazzetta antistante l’edificio del vecchio Municipio.

L’interessante iniziativa, promossa e organizzata dall’Associazione Cultutale “Città di Bacucco”, si avvale del coinvolgimento e del patrocinio dell’Amministrazione Comunale, della Pro-Loco e dell’Associazione Sportiva “Arsita”, oltre che del patrocinio e del contributo della Presidenza della Regione Abruzzo, dell’Amministrazione Provinciale di Teramo, della Banca Tercas e della Brioni.

Pin It on Pinterest

Share This