Si è conclusa presso la sala polivalente del Comune di Penne, la mostra-omaggio al pittore Ennio Di Vincenzo intitolata "La memoria delle farfalle – dodici testimonianze per dodici opere" .

 

L’evento ha riscosso un grande successo tra il pubblico degli appassionati, ma anche tra quanti si sono avvicinati per la prima volta al mondo dell’arte contemporanea. Il sorprendente numero dei ragazzi che hanno visitato la mostra ha gratificato in modo particolare gli organizzatori.
Così Antonio Gasbarrini descrive le opere di Ennio Di Vincenzo: “Non posso non partire da una semplice constatazione: la ricerca ultracinquantennale di Ennio Di Vincenzo è inseribile a pieno titolo negli snodi più significativi dell’arte contemporanea, post – pop in particolare”.
Basterebbe solo questo giudizio del famoso critico Gasbarrini per capire l’Arte del Maestro Di Vincenzo.

L’Associazione Donne Vestine è stata davvero lieta di collaborare con il Comune di Penne nell’allestire la mostra-omaggio di un’artista così importante. L’universalità del linguaggio artistico di Ennio Di Vincenzo e la sua sensibilità per la questione femminile si inseriscono perfettamente nella filosofia del progetto culturale sulla parità di genere che l’Associazione porta avanti sul territorio vestino. Stellabirinto (1987) Progetto di memoria A – la mappa dei volti (2002) Terza opera – bocche fuori corso (2007) sono opere tese a diffondere un messaggio che l’arte amplifica, un richiamo al bello e all’equilibrio con uno slancio emotivo magnifico. Siamo convinte che le opere del Maestro Di Vincenzo hanno espresso un’altra umanità, diversa da quella tesa al raggiungimento di vacui miraggi d’ingannevole felicità, entusiasmando e convincendo il pubblico con la sua forte carica comunicativa.

Pin It on Pinterest

Share This