“Così è (se vi pare)” di Luigi Pirandello sarà il testo messo in scena sabato 23 luglio alle 21 nell’area Belvedere (biglietti a 7 euro): si apre così la stagione estiva programmata dall’amministrazione D’Alfonso che ha puntato parecchio sul teatro.

 

 

Per l’occasione, promosso dal Teatro Stabile d’Abruzzo, si tratta di un lavoro cui partecipano tre compagnie: il Lanciavicchio di Avezzano, il Terrateatro di Giulianova ed il teatro del Paradosso di Loreto Aprutino per la regia di Antonio Silvagni che dirige Giacomo Vallozza, Tommaso Di Giorgio, Federica Nobilio, Cristina Cartone, Stefania Evandro, Ottaviano Taddei, Alberto Santucci, Rita Scognamiglio. Al centro della rappresentazione il terremoto abruzzese perché Pirandello parte dal sisma marsicano del 1915. Nell’allestimento odierno viene analizzato l’impegno emotivo e psicologico del signor Ponza e della signora Frola fra verità e realtà. Il teatro, dunque. A Penne saranno inscenate il “Faust” di Goethe e “Sogno di una notte di mezza estate” dalla compagnia cittadina dell’Orfeo Folle. Ma anche tanto teatro dialettale, danza e musica con le associazioni locali protagoniste.

Pin It on Pinterest

Share This