PENNE – Vendere un bar per rispettare il patto di stabilità 2011. Rocco D’Alfonso, sindaco del partito democratico da poco più di cento giorni, avrà così la certezza ragionieristica di tagliare il primo traguardo di peso della sua gestione.

 

Cedendo, come sta per fare, infatti, il bar D’Angelo in piazza Luca da Penne all’attuale affittuario al prezzo di 212 mila euro (dopo alcune aste andate deserte), il Comune potrà dirsi in regola con i conti per il terzo anno di fila. L’anno scorso, proprio a fine dicembre, la vendita di un altro bar sempre della piazza, il Belvedere, aveva permesso di raggiungere lo stesso risultato all’amministrazione Di Marcoberardino. “Lo stato della cassa-spiega D’Alfonso- impegna l’assessore Valeria Di Luca e la dottoressa Antonella Cicoria. L’opera di risanamento è dolorosa, ma necessaria”. Lavora da mane a sera, D’Alfonso, alle prese con tanti dossier aperti. Anche scottanti: alle porte ci sono i numerosi processi che coinvolgono ex amministratori, ex (ed attuali) funzionari, ex impiegati.

Sulla “mare-monti”, la strada bloccata per presunti illeciti, Penne si è costituita parte civile con un tempismo apparso ad alcuni esagerato (udienza preliminare a gennaio 2012). “Ho deciso di farlo perché la nostra città è davvero la prima parte offesa in questa vicenda di malaffare. Sugli altri processi, valuteremo caso per caso. Ma è chiaro che l’ente è bene attento ai danni d’immagine, e non solo, arrecatigli, senza guardare in faccia nessuno”. D’Alfonso ha scelto il nuovo segretario generale: è Nunzia Buccilli, proveniente dal Comune di Montesilvano, le cui dimissioni sono parse sorprendenti.

Pin It on Pinterest

Share This