Sono tornati tutti in aula (oggi, 20 ottobre 2020) i ragazzi della scuola primaria di Villa Raspa, dopo i test con il tampone: venti alunni, della stessa classe, erano in isolamento fiduciario nella loro abitazione per via di un caso di Covid-19. Controllati anche i loro quattro maestri. Il bambino risultato positivo, comunque, era assente dalle lezioni già da diversi giorni prima che venisse riscontrata la natura della sua influenza: il 2 ottobre, avvertendo sintomi influenzali, era rimasto a casa. Le sue condizioni non destano preoccupazione.

“Si è scongiurata la nascita di un focolaio” sottolinea il sindaco Luciano Di Lorito “grazie al senso di responsabilità della famiglia, che ha lasciato il bambino a casa e ha informato tempestivamente sia il pediatra, sia la scuola.”

Situazioni come questa sono destinate a ripetersi nelle prossime settimane, per questo il sindaco invita tutti alla calma: “I protocolli al momento funzionano, bisogna solo applicarli con fiducia. La speranza è che tutte le misure di sicurezza tengano lontano non solo il Covid-19, ma anche le altre forme influenzali che hanno sintomi simili. E’ importante evitare gli allarmismi, i numeri del contagio attualmente sono nella norma ma bastano pochi casi incontrollati per peggiorare drasticamente la situazione. Nel nostro territorio i casi attualmente attivi di Coronavirus sono 25, in due casi è stato necessario il ricovero ospedaliero. Riceviamo quotidianamente aggiornamenti dalla Asl e siamo in contatto con le famiglie colpite per fornire loro assistenza. Fortunatamente ci rassicurano sulle condizioni generali di salute dei contagiati”.

In passato Spoltore ha registrato dati relativi ai contagi inferiori alle attese e alle medie della Provincia di Pescara: una situazione per la quale sicuramente ha avuto un ruolo anche il rispetto delle regole di distanziamento sociale e l’utilizzo collettivo della mascherina. “Manteniamo alta l’attenzione” prosegue il primo cittadino “e ricordiamoci che ogni contatto sociale è potenzialmente a rischio: quando non è possibile mantenere le distanze, la mascherina riduce sensibilmente le probabilità di contagio e per questo ricordo a tutti che è obbligatorio averne sempre una con sé. Dovremo convivere con questo virus ancora per qualche tempo: non posso e non voglio chiedere di chiudersi in casa in attesa di tempi migliori, ma possiamo continuare a vivere e lavorare in piena sicurezza solo rispettando le regole, per la salute di noi stessi e degli altri”.

Pin It on Pinterest

Share This