Il consiglio comunale di Spoltore ha dato il via libera al bilancio: un documento votato il 27 maggio che indica, come previsione di cassa, poco più di 17 milioni di euro di entrate correnti per un totale di circa 45 milioni (di competenza).

Abbiamo approvato un bilancio con tutti gli indicatori positivi” spiega l’assessore Chiara Trulli  “con tutte le risorse necessarie per gli obiettivi operativi che abbiamo considerato strategici in questa fine di mandato. Ovviamente abbiamo dovuto fare i conti, come tutti, con le difficoltà innescate dall’emergenza Coronavirus, ma anche sul fronte delle entrate possiamo constatare che l’economia locale sta tenendo senza forti scossoni”.

Il sindaco Luciano Di Lorito elenca i principali obiettivi indicati nel DUP, il Documento Unico di Programmazione votato assieme al bilancio: la costruzione del Campo Sportivo a Villa Raspa prevista dal Piano Particolareggiato (per il 2021 sono stanziati 865.000 €); il piano delle alieazioni, che si inserisce nell’obiettivo strategico della riqualificazione urbana; 50.000 € nel piano biennale degli acquisti di beni e servizi, che serviranno per le attrezzature del nuovo centro unico di cottura per il servizio di mensa scolastica; la riqualificazione dell’ex Mammuth, prevista per 4 milioni e mezzo di euro, a cui si aggiungono altri 500 mila euro per una pista ciclabile (sull’anno 2022); 180.000 € (sul 2021) per nuove linee di pubblica illuminazione.

Altra previsione importante” prosegue ” va a tutelare o recuperare il patrimonio esistente: 345mila euro sono destinati alla manutenzione degli edifici comunali, 150.000 per i parcheggi a Caprara e Villa Raspa, 1 milione di euro per il problema del dissegno idrogeologico nell’area di San Cosmo, 400.000 euro per riqualificare il parco del convento, 394.000 per i locali comunali in piazza D’Albenzio 2 milioni di euro per il problema delle infiltrazioni d’acqua nel centro storico, 1 milione e 300 mila per ampliamento e ristrutturazione della scuola dell’infanzia in via Basilea”. Per interventi nel campo dei diritti sociali e della famiglia, sono previsti circa 6 milioni di euro tra spese correnti e spese di investimento. Sul fronte dell’igiene urbana, sono previsti 435 mila euro per il verde pubblico, e soprattutto l’entrata in funzione e gestione del nuovo ecocentro.

Pin It on Pinterest

Share This