Tra le vaccinate della prima settimana a Spoltore c’è anche Anna Verna, motore dell’associazione onlus “ Il Risveglio di Manuela” che da anni lavora per promuovere la realizzazione di un Centro Risvegli a Popoli.

Sono qui perché mia figlia Manuela avrebbe voluto che mi vaccinassi” racconta Anna, che ha creato l’associazione per ricordare la figlia scomparsa a 47 anni nel 2016. E’ stato per me anche emozionante, come tutti sanno mia figlia era un’infermiera della stoke unit. Lei vuole che io vada ancora avanti, per realizzare il suo progetto di amore”.

Verna poi evidenza il funzionamento del Centro Vaccinazioni: “Vorrei fare un elogio all’amministrazione comunale, al sindaco Luciano Di Lorito e comandante della polizia municipale Panfilo D’Orazio per il modo in cui è stata organizzata questa serie di appuntamenti”. L’occasione è anche per rinnovare il messaggio dell’associazione: “all’ospedale di Popoli il nostro progetto prosegue, sono già iniziati i lavori di sistemazione dei locali ma il Covid li ha un po’ fermati e ha dilatato i tempi. Molto probabilmente mi sentirò telefonicamente anche con il nuovo presidente del consiglio, avevo già avuto l’occasione di parlare con Giuseppe Conte che aveva assicurato sostegno al nostro progetto nello nello stanziamento delle risorse sanitarie. In questo momento la nostra sanità sta affrontando una sfida difficile ma sta dando il meglio“.

Pin It on Pinterest

Share This