Contrario alla trasformazione temporanea in presidio Covid anche Gabriele Pasqualone, segretario regionale del sindacato Fials. 

“Portare a Penne i pazienti Covid vuol dire decretare la chiusura dell’ospedale. Non ci sono pneumologi, vi è carenza di medici ed anestesisti, non si fanno tamponi in laboratorio, oltre ad interrompere tutte le altre attività. Basta offendere i cittadini vestini, non se ne può più!”.

Pin It on Pinterest

Share This