Un cinema-teatro è possibile in tempi brevissimi. Grazie al “Progetto Agorà” di cui Penne è capofila, sono stati destinati 838 mila euro di fondi europei legati al PSR 2014/2021 della Regione. E’ un contributo di 400 mila euro quello assegnato al Comune che consentirà di realizzare una struttura nel parco del Sole, accanto all’ex mattatoio adibito da anni all’archivio storico, di 99 posti a sedere con il palco e lo schermo gigante. Un “ridotto”, insomma, grazie al quale anche in estate sarà possibile proiettare film. L’operazione prevede che venga data in gestione alle associazioni cittadine. Appare questa come una soluzione in grado di riprendere il discorso avviato anni fa del Nuovo Ariston, un progetto che però naufragò nel tentativo di ridare vita al vecchio cinema in via Caselli. In quella occasione, dopo un avvio carico di speranze, il problema fu dato dalle prescrizioni tecniche per i locali e la mancanza di fondi in relazione al conseguente adeguamento, oggi trovati e messi a disposizione. “E’ un progetto in cui crediamo molto e su cui abbiamo lavorato sotto traccia. Penne avrà così un luogo dove fare cultura ancora meglio e di più. Come amministrazione lavoriamo anche ad altro. Non abbiamo cioè mai accantonato l’idea di restituire ai pennesi un’altra opera: il teatro storico bombardato e distrutto nel 1944″, sottolinea Gilberto Petrucci, assessore al bilancio. Domani sarà variato il piano triennale delle opere pubbliche per consentire l’avvio della procedura di appalto per la struttura del Parco del Sole nell’ex Foro Boario i cui tempi sono brucianti. Gli altri 438 mila euro del Progetto Agorà andranno al Comune di Vicoli per un impianto sportivo polivalente e a Villa Celiera dove i fondi permetteranno di dare alla luce un luogo per le attività culturali dedicate agli anziani.
B.Lup.

Pin It on Pinterest

Share This