La Asl di Pescara ha deciso di sfruttare a tempo pieno i 4 posti letto della rianimazione al San Massimo. Una unità di terapia intensiva fin qui uitilizzata solo in casi necessari legati ad interventi chirurgici problematici.

La particoLare situazione legata al coronavirus ha indotto i vertici della Asl ad intervenire dopo gli appelli lanciati dal sindaco-medico di Penne Mario Semproni, in quarantena dopo il contagio avvenuto durante il suo turno lavorativo. e dalla Fials, il sindacato che giorni fa aveva lanciato la proposta. Intanto, si apprende che la riorganizzazione della Asl relativa all’ospedale, di fatto sospendendo l’attività chirurgica ed ortopedica, potrebbe subire delle modifiche che sono allo studio.

Pin It on Pinterest

Share This