Le preoccupazioni del Consigliere regionale PD Blasioli sono anche le nostre. Da sempre! Ci auguriamo che egli vada avanti in questa azione e che oltre ad una interpellanza in Consiglio Regionale, visto il rilievo di situazioni illegali, faccia anche una denuncia agli organi competenti. La nostra Associazione lo ha fatto un paio di anni fa, con il conforto di 3000 cittadini Vestini firmatari, ma, purtroppo, senza alcun risultato. Se lo vuole, il consigliere potrà godere della nostra più ampia collaborazione al fine di risolvere le numerose criticità presenti ne nostro nosocomio.

Su alcuni punti, però, il Sig Blasioli appare leggermente confuso.

Il San Massimo non è “Ospedale sede di Pronto Soccorso” , cioè Ospedale di Base, come noi tutti vorremmo ma semplicemente “ospedale di area disagiata”, poiché un decreto ministeriale, la cosiddetta legge Lorenzin, se la ricorda? e la rapidità e determinazione della precedente governatura regionale, hanno impietosamente e improvvidamente DECLASSATO il San Massimo . Chieda pure lumi all’ex assessore alla sanità PAOLUCCI  che siede al suo fianco o lo chieda alla Sclocco che pur non essendo più in quota PD ha avuto “grossi meriti” nella vicenda… La situazione si è poi aggravata negli ultimi due anni grazie all’ambiguo atteggiamento della nuova amministrazione Abruzzese di centrodestra che, come Giano Bifronte, ha promesso da un lato, e continuato l’opera distruttiva dall’altro!
A seguito del declassamento citato, sopravvive,nella nostra struttura ospedaliera, 1 solo reparto (UOC) , Medicina con 20 posti letto, tutto il resto è affidato a Servizi ( per lo più  unità operative semplici, qualcuna condivisa con altri ospedali…vedi Popoli). Quindi i da lei citati Reparti di Chirurgia  e di Radiologia sono solo Servizi , e quest’ultimo opera quasi esclusivamente in telemedicina con il S.Spirito ( Tac e RX vengono eseguiti a Penne ma letti ed interpretati a Pescara che risponde per via telematica dopo…qualche ora) e se lì non trovi medici di giorno figuriamoci di notte!
La nostra Associazione resta a disposizione per ulteriori chiarimenti ed informazioni ed, ovviamente, per supporto attivo ad eventuali azioni!
Nicola Spoltore,  Presidente “Associazione Salviamo l’Ospedale di PENNE”

Pin It on Pinterest

Share This