“In questo progetto, come nello sport, ha vinto il gioco di squadra del team dell’Ufficio Politiche Europee che con orgoglio dirigo e per la prima volta istituito nel Comune di Penne”.

Le parole sono dellassessora dimissionaria Lorenza Di Vincenzo, rientrata nei ranghi dei consiglieri senza non prima annunciare l’esito del l’avviso “Sport nei Parchi” che il Comune si è aggiudicato posizionandosi tra le prime 50 posizioni finanziate su 1681 domande presentate. 24 mila euro, messi a disposizione da Sport e Salute ed ANCI, verranno impiegati per la creazione di isole dello sport, vere e proprie palestre a cielo aperto attrezzate con allestimenti amovibili e piccoli attrezzi di delimitazione delle aree che saranno attrezzate all’interno del Parco del Sole e gestite dalle associazioni locali aderenti affiliate al CONI.

L’intervento – prosegue la Di Vincenzo- si integra con le altre due iniziative di valorizzazione del parco cittadino che diventerà un luogo di interesse culturale, inclusione sociale e di attivazione sportiva e motoria.

L’avviso, si legge nel documento, si prefigge di promuovere i veri valori dello sport privilegiando lo scopo ludico-sociale, spesso relegato in secondo piano rispetto a quello agonistico, e permettere di praticare lo sport all’aperto all’interno di parchi pubblici posti però nelle vicinanze dei centri storici. Ed il Parco del Sole si presta perfettamente a tale destinazione tanto che tutte le associazioni cittadine affiliate, come l’associazione per la pratica del Basket “Progetto Gioco ASD” e l’Associazione Vestina Karate Club, hanno risposto immediatamente e positivamente.

Le associazioni si metteranno a disposizione di bambini e ragazzi, donne ed over 65 per realizzare ogni fine settimana un programma di attività gratuite della durata di almeno 4 ore. E per garantire la continuità tra sport e salute e tra sport e socialità, l’area sarà utilizzata per promuovere programmi di screening e check up motori, programmi e test di prevenzione su specifiche patologie nonché incontri formativi  e programmi di sensibilizzazione sui grandi temi civili come razzismo, violenza sulle donne, bullismo, omofobia ed incontri formativi e informativi, organizzati in collaborazione tra Comune e Sport e Salute e con altri soggetti ed istituzioni del territorio (Enti ospedalieri, Università, esperti scientifici..). Infine, attraverso le attività di “Urban sport activity e weekend” sarà raggiunto l’obiettivo sulla garanzia di parità di trattamento, parità di genere e trasparenza.

Sono molto felice di porre a bilancio del mio assessorato questo ulteriore indice raggiunto che corrisponde in pieno alla fiducia riposta in me dal mio elettorato e che, alla fine, convince anche chi non mi aveva votato perché gli interessi per i quali ho lavorato, a testa bassa, in particolare sport e socialità, sono generali e pubblici – conclude la Di Vincenzo– Ora Penne avrà un parco a disposizione la cui fruizione costituirà un accrescimento del benessere collettivo. Io sento di aver svolto appieno la mia funzione di servizio e di indirizzo che, quando si lavora in una piccola comunità, va oltre le presunte appartenenze ideologiche o personali. Ora non resta che l’inaugurazione, che per me sarà come l’atto finale di consegna ai cittadini, a loro, ed a tutte le associazioni, la delega piena a vivere il parco e ad averne cura”.

 

Pin It on Pinterest

Share This